[box]

PLAY MUSIC

google-play-music

Quando compriamo un nuovo smartphone, la maggior parte delle volte possiamo trovare installato il player musicale nativo di Google, ovvero Play Music. La prima volta che lo usiamo questo ci chiederà se vogliamo usufruire dell’offerta di Google per ascoltare musica gratis per 30 giorni, ma possiamo saltare questa parte premendo su “no, grazie” e tornarci più tardi in quanto l’offerta rimane sempre valida in ogni momento (torneremo sull’argomento dopo!). Al primo avvio il player fa la scansione automatica della musica presente sul telefono e per ascoltarla ci basterà toccare le tre lineette in alto a sinistra per aprire il menù e poi toccare “la mia raccolta”.

Si aprirà di default la pagina delle playlist, ma in alto possiamo trovare anche le scritte “generi”, “artisti”, “album” e “brani” e basterà toccare una di queste per accedere alle varie catalogazioni musicali. Per comodità, possiamo premere su “brani” e poi su “casuale” per avviare la riproduzione musicale di tutti i brani in modalità casuale. In basso apparirà una banda col nome del brano in riproduzione e toccandola si aprirà la schermata di riproduzione, con i vari comandi in basso per cambiare o mettere in pausa le canzoni, le modalità di ripetizione dei brani a sinistra e quella dei brani in modalità casuale a destra. Nella tendina del telefono che scorre dall’alto, apparirà la notifica del player con i comandi di pausa e skip alla prossima canzone, così da poter usare il player anche mentre utilizziamo altre app.

Quindi in generale le funzioni che offre Play Music non sono eccessive ma sono più che sufficienti per la riproduzione musicale di base. Per quanto riguarda l’offerta di musica gratis per 30 giorni citata all’inizio dell’articolo (N.B. a pagamento dopo il primo mese!), questo servizio permette di accedere a milioni di brani e di riprodurli sullo smartphone, ma solo quando si è connessi ad internet. Esistono però altre app che offrono lo stesso servizio (streaming musicale) in modo totalmente gratuito e le tratteremo nei capitoli successivi della guida. Di seguito il link dell’app sul Play Store, se non l’avete già tra le app native, ed alcuni screenshot.

Google Play Music
Google Play Music
Developer: Google LLC
Price: Free
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot
  • Google Play Music Screenshot

[/box]

[box]

Equalizzatore+ mp3 Player EQ

unnamed (1)

Un’ alternativa totalmente gratuita, scaricabile sempre dal Play Store e sempre con le stesse funzioni, è l’app Equalizzatore+ mp3 Player EQ che offre risultati qualitativamente molto superiori rispetto all’app di Google. Praticamente uguale a Play Music nell’utilizzo, quest’app offre nelle impostazioni diverse personalizzazioni accessorie su cui poter “giocare” tra cui, per esempio, la sfumatura di volume tra un brano e l’altro e molte altre più o meno tecniche.

E’ corredata di widget da poter inserire nelle home, della notifica nella tendina a scorrimento dall’alto ugualmente a Play Music, ma offre un’equalizzatore integrato che ci permette di scegliere tra varie impostazioni di toni musicali preimpostati, come ad esempio quelli per la musica dance, la classica o la rock. Anche la grafica è accattivante e curata, l’app supporta innumerevoli formati musicali e la catalogazione dei brani è anche in questo caso totalmente automatica. Qui di seguito il link all’app sul Play Store e gli screenshot.

[/box]

[box]

Poweramp

poweramp-full-version-unlocker

Se però volessimo usare un player musicale alternativo alle app precedenti, molto simile nell’utilizzo ma con tante opzioni in più, una qualità audio più raffinata ed un equalizzatore integrato, uno dei nomi da tenere in considerazione sarebbe Poweramp. Sebbene sia un’app a pagamento dopo la prima settimana di utilizzo in prova e costi poco meno di 5€ all’acquisto, le funzioni che offre sono innumerevoli, inclusa la catalogazione dei brani e numerose opzioni.

Offre un’ampia spiegazione delle sue funzioni al primo avvio, supporta quasi ogni formato musicale esistente e permette di equalizzare ogni brano, sia tramite dei preset sia attraverso la scelta dei singoli livelli dei toni. Inoltre ci lascia scegliere se riprodurre musica da una singola cartella del nostro telefono oppure se dalla libreria musicale che il player ha scansionato subito dopo il primo avvio. Di base quindi ha lo stesso utilizzo e le stesse funzioni di Play Music ma ne integra molte altre che possono far comodo se volete godere di un audio qualitativamente migliore. Sicuramente un’app da provare anche se poi non effettuerete l’acquisto dopo la settimana di prova. Di seguito il link di Poweramp sul Play Store ed alcuni screenshot.

Poweramp
Poweramp
Developer: Max MP
Price: Free
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot
  • Poweramp Screenshot

Buon ascolto a tutti e alla prossima guida!

[/box]