confronto

Eccoci qui per fare un confronto trai Top di Gamma di tre case ormai famose, parliamo di Samsung con il suo S6 Edge+, ASUS con ZenFone 2 ZE551ML (versione da 4GB di RAM) e Huawei Mate 7 Gold Edition che è l’unico del gruppo ad avere “solo” 3GB di RAM anzichè 4 come i “compagni” di confronto.

Non si tratta di una Recensione in quanto tutti e 3 i device sono già stati recensiti singolarmente e qui di seguito vi riportiamo i link.

[box]

LEGGI ANCHE LA RECENSIONI COMPLETA DEI DEVICE

SAMSUNG GALAXY S6 EDGEleggi la recensione

HUAWEI MATE 7 leggi la recensione

ASUS ZENFONE 2 ( ZE551ML) leggi la recensione 

[/box]

CONFRONTO

[box]

DIMENSIONI

Samsung-Galaxy-S6-due-schemi-rivelano-le-dimensioni-dello-smartphone-1

Partiamo con il dire che tutti e 3 i device sono quasi uguali a livello di dimensioni ed ingombri. Quello meglio ottimizzato rimane ancora oggi il più “vecchio” del gruppo che è Mate7 con i suoi 6 pollici di diagonale; Samsung arriva seconda con i suoi 5,7 pollici di diagonale ma, nonostante i bordi siano curvi e ben ottimizzati, si può notare come raggiunga quasi le dimensioni del Mate7; ASUS arriva ultimo con i suoi 5,5 pollici di diagonale ma, a livello di ingombri, è di poco più piccolo rispetto a Mate7 e quasi uguale a S6 Edge+ . La migliore ottimizzazione quindi, nonostante il display da 6 pollici, è quella di Huawei con Mate7.

Le dimensioni sono:

Samsung: 154.4 x 75.8 x 6.9 mm

Huawei: 157 x 81 x 7.9 mm

ASUS: 152.5 x 77.2 x 10.9 mm

A livello di pesantezza, parlando di “sensazioni alla mano”, Mate7 risulta sicuramente tra il più pesante del gruppo, seguito da ZenFone 2 e per “ultimo” (quindi il più leggero del gruppo)  S6 Edge+ . Parlando di pesantezza effettiva, questi sono i numeri (dal più pesante al più leggero):

Huawei: 185 gr

ASUS: 170 gr

Samsung: 153 gr

A chi spetta il primo posto come miglior rapporto dimensioni/peso?

1: SAMSUNG S6 Edge+. Nonostante arrivi seconda in fatto di ottimizzazioni rispetto a Mate7 vince per il peso davvero “ridotto” rispetto agli altri device abbattendo di fatto la miglior ottimizzazione fatta da Huawei nei bordi. Voto: 8/10

2: HUAWEI Mate7. Come detto, meglio ottimizzazione dei bordi ma il peso lo penalizza nel rapporto dimensioni/peso. Voto: 7,5/10

3: ASUS ZenFone 2. Il più piccolo dei 3 a livello di diagonale (5,5 pollici) ma il peggiore a livello di dimensioni/peso. Voto: 6,5/10

Vi lasciamo alle foto (mi scuso per i tantissimi riflessi ma è una giornata molto soleggiata!)

[/box]

[box]

MATERIALI

Confronto5

Per quanto riguarda questo comparto, possiamo dire che Huawei, nonostante nel 2014 fosse “sconosciuta” a molti utenti, si diede già un gran da fare per presentare al Mondo uno smartphone dai materiali pregiati, belli, resistenti. Infatti troviamo un Mate 7 completamente in metallo sia nei lati che sul retro con un vetro anteriore Gorilla Glass 3. Nella colorazione Gold acquista ancora più “importanza” a livello visivo. E’ rifinito nei minimi dettagli.

Samsung lo sappiamo, prima della “serie” S6/S6 Edge, faceva prodotti ottimi ma con l’utilizzo di materiali abbastanza scadenti come le plastiche, le finte pelli, plastiche in finto alluminio ecc… Con S6/S6 Edge Samsung ha dato una svolta epocale al suo interno, racchiudendo lo smartphone tra due lastre di vetro Gorilla Glass 4 abbracciate da un frame in metallo. S6 Edge+ non fa differenza e anche lui si mostra in tutta la sua bellezza. Bellezza che aumenta con l’aumentare delle sue dimensioni che passano da 5,1 pollici di S6 Edge a 5,7 pollici e che, nella colorazione Gold (un pò troppo specchiata), diventa ancor più preponderante che in altri device. La cura profusa da Samsung nell’S6 Edge+ è quasi maniacale ed è rifinito nei minimi dettagli.

ASUS va in contro-tendenza con ZenFone 2 e adotta delle plastiche con effetto alluminio al posteriore ed un vetro Gorilla Glass 3 all’anteriore. Nella colorazione rossa, è anche carino da vedere ma sicuramente a livello tattile ZenFone 2, rispetto ai due concorrenti, non appaga così tanto nonostante sia assemblato bene. Non dai mai la sensazione di essere uno smartphone da “poco” ma non trasmette neanche quel senso di “Premium” che invece traspare da Mate7 e S6 Edge+.

1: SAMSUNG S6 Edge+. Sicuramente il migliore dei tre con il vetro e il frame in metallo oltre alla curvatura del display che conferisce un “effetto Cool”! Voto: 9/10

2: HUAWEI Mate 7. Come detto, già nel 2014 si è distinto per la raffinatezza dei materiali usati e per l’assemblaggio perfetto. Voto: 8,5/10

3: ASUS ZenFone 2. Purtroppo come detto, il più “povero” nei materiali rispetto alla concorrenza (anche se è ottimo nel rapporto qualità/prezzo che vedremo più avanti). Voto: 6,5/10

[/box]

[box]

HARDWARE/SOFTWARE

modular-smartphone-hardware-boom.com-00-620x360

In questo campo, tutti e tre i device propongono qualcosa di differente rispetto alla concorrenza infatti, troviamo tre processori che si discostano dal “solito” Snapdragon di Qualcomm. ASUS sfoggia un SoC Intel Atom Z3580 con processore Quad-Core 2.3GHz con una GPU PowerVR G6430 e ben 4GB di RAM. Un processore davvero potente, fluido che non ha paura dei “lavori” più pesanti anche grazie ai 4GB di RAM davvero ottimizzati al meglio. Troviamo inoltre Android 5.0 Lollipop con interfaccia proprietaria ZenUI ben programmata, stabile, fluida, con pochissimi LAG. ASUS quindi, con ZenFone 2 ZE551ML sfoggia un dispositivo che si, paga in termini di qualità dei materiali ma che è al pari dei più potenti Top di Gamma in commercio in termini di “potenza”.

Huawei Mate7 si presenta con a bordo un processore proprietario, un HiSilicon Kirin 925 octa-core con 4x 1.8 GHz ARM Cortex-A15, 4x 1.3 GHz ARM Cortex-A7, GPU ARM Mali-T628 e 3GB di RAM. Mate7 non si fa certo spaventare dai due concorrenti in quanto ha un processore ben ottimizzato, fluido e che si difende bene anche con i 3GB di RAM contro i 4GB della concorrenza. A livello Software troviamo Android 4.4 KitKat con interfaccia proprietaria EMUI che strizza l’occhio a Apple in quanto, non  è presente al suo interno il classico Drawer. Tutto gira sempre bene, senza problemi, in maniera fluida e con pochi LAG anche se oggi, non è più così potente e veloce come la concorrenza.

Samsung S6 Edge+ offre quello che già hanno i fratelli minori ovvero un processore proprietario Exynos 7420 octa-core 4x 2.1 GHz ARM Cortex-A57, 4x 1.5 GHz ARM Cortex-A53, GPUARM Mali-T760 MP8, Octa Core e ben 4GB di RAM. Il processore è tra i più potenti del gruppo e tra tutti quelli che io abbia mai provato! Utilizzando S6 e passando poi anche ad altri device oltre a quelli in prova, come Huawei P8 con un HiSilicon Kirin 930 o LG G4 con Snapdragon 808, si percepisce la potenza e la velocità di questo Exynos 7420. La pecca è la scarsa gestione della memoria RAM in quanto, su 4GB di RAM, se ne hanno a disposizione sempre un 40% ma questo non si traduce in un effettivo problema a livello di utilizzo. A livello Software troviamo Android 5.1.1 Lollipop con interfaccia proprietaria TouchWiz che, in passato, ha sempre dato qualche problema tanto da venir soprannominata “LagWiz”. Oggi Samsung ci ha messo una “pezza” ottimizzandola, alleggerendola e rendendola più stabile. Il tutto gira sempre in maniera fluida anche se ci sono ancora piccoli LAG.

1: SAMSUNG S6 Edge+. Nonostante la RAM non sia gestita in maniera egregia e nonostante qualche piccolo Lag ancora, il processore è ad oggi uno dei più potenti in commercio e fa sembrare tutti gli altri “vecchi”. Voto: 8,5/10

2: ASUS ZenFone 2. Fa il suo dovere! A volte eccellendo rispetto a tanti altri competitor ben più blasonati e la RAM è davvero impressionante, non si fa impensierire da nessun carico di lavoro. Voto: 7,5/10

3: HUAWEI Mate7. Sempre potente e ben ottimizzato ma oggi paga la “vecchiaia”. Solo questo penalizza il Top di Gamma di Huawei. Voto: 6,5/10

[/box]

[box]

DISPLAY

Panel

In questo caso abbiamo un device che Emerge dalla “massa” utilizzando la tecnologia Quad HD mentre gli altri due utilizzano il “classico” FHD. Samsung S6 Edge+ ha un display Super AMOLED da 5,7 pollici in QHD con i bordi curvi ai lati. Abbiamo un display esagerato! La qualità dei colori, della luminosità, della brillantezza è davvero elevata. E’ praticamente impossibile vedere a occhio nudo i pixel. La definizione è super! Il Display curvo conferisce poi una marcia in più a questo device. Il migliore anche sotto la luce diretta del sole.

ASUS ZenFone 2 utilizza un display IPS da 5,5 pollici in FHD con colori ottimi, luminosità giusta, ottimi gli angoli di visione nonostante sia un IPS. Rispetto a S6 Edge+ ovviamente paga in termini di brillantezza e definizione. E’ possibile vedere nella foto come sia il meno brillante e quello più “spento” tra i tre device tutti settati con la luminosità manuale al massimo e risparmio energetico OFF. Buono sotto la luce diretta del sole.

HUAWEI Mate7 utilizza un display da 6 pollici in FHD con 368ppi. La luminosità è molto buona, gli angoli di visione meno in quanto inclinando il device, i colori tendono a “slavare” un pochino. Essendo un 6 pollici e con risoluzione in FHD, paga leggermente in definizione rispetto ai due concorrenti. Abbastanza buono sotto la luce diretta del sole.

1: SAMSUNG S6 Edge+. Non si può dire niente del display! Semplicemente esagerato! Voto: 9,5/10

2: ASUS ZenFone 2. Nonostante la luminosità non sia elevatissima, risulta un buon display in ogni utilizzo. Voto: 7,5/10

3: HUAWEI Mate7. Paga leggermente pegno per i 6 pollici in quanto risulta quello meno “definito” dei tre device. Voto: 6,5/10

[/box]

[box]

FOTO

fotografia_smartphone_1311

Per quanto riguarda il comparto fotografico, anche qui, vi sono delle differenze abbastanza evidenti tra i tre device. Se da un lato S6 Edge+ è quello che fa foto migliori in qualsiasi condizione, dall’altra ASUS risponde con alcune “chicche” come la Super Risoluzione che, grazie alla interpolazione di pixel, arriva a “scattare” fino a 51MP.

Samsung S6 Edge+ ha una fotocamera posteriore da 16MP

ASUS ZenFone 2 ha una fotocamera da 13MP

Huawei Mate 7 ha una fotocamera da 13MP

La prova è stata effettuata prima all’interno con luce artificiale spenta e utilizzando i tre device in modalità Automatica e poi con HDR attivo, puntando tutte lo stesso oggetto poi, ci spostiamo all’esterno, sotto un portico con luce ambientale scarsa scattando con tutti e tre i device in HDR. Nessun’altra impostazione è stata toccata. Scattano tutti al massimo delle loro possibilità.

Si può vedere come il Mate7 in automatico sia quello che “catturi” meno luce rispetto agli altri device. ASUS sembra leggermente sovraesposta mentre S6 Edge+ sembra quello più “neutro”.

Anche in questo caso S6 Edge+ è quella che cattura meglio la luce, ASUS sovraespone e Mate7 corregge leggermente rispetto alla modalità automatica ma senza esagerare troppo.

In esterna, tutti e tre i device sono in HDR sotto ad un portico e, quello che sembra catturare meglio la luce è ASUS anche se tende sempre a sovraesporre un pò troppo. Samsung rimane più neutro mentre Huawei ingiallisce un pochino e quasi sembra “slavata” la foto.

Per quanto riguarda le foto, non mi dilungo in ulteriori spiegazioni in quanto non sono un vero tecnico ma, sopratutto, preferisco lasciare a voi la parola su quale sembra essere il miglior smartphone in queste situazioni.

1: SAMSUNG S6 Edge+. Voto: 8,5/10

2: ASUS ZenFone 2. Voto: 7,5/10

3: HUAWEI Mate7. Voto:6,5/10

[/box]

[box]

BATTERIA

batteria_android

Reparto batteria abbiamo Samsung con 3000 mAh e ricarica rapida. In uso intenso si arriva difficilmente alle 19,00 di sera senza dover mettere un risparmio energetico o fare una piccola ricarica di un 15 minuti. ASUS sfoggia anch’esso 3000 mAh e una ricarica rapida ma non veloce quanto quella di Samsung. Con uso intenso, difficilmente si arriverà a sera ma è meglio ottimizzato rispetto a Samsung. Huawei è l’unico ad avere ben 4100 mAh ed è l’unico a portare a sera con un 30% di carica residua anche stressandolo ed è sempre l’unico ad arrivare a fare 2 giorni con un uso normale.

Il confronto è stato fatto solo sul consumo “puro” e sulla durata “effettiva” della batteria nell’arco della giornata con uso intenso senza l’introduzione dei risparmi energetici in quanto, sia Samsung sia Huawei possono vantare una modalità che porta il device in bianco e nero e praticamente azzerano qualsiasi app in background aumentando di molto la durata della batteria.

Purtroppo per un problema del cloud non ho più gli screen shot della batteria e relativo utilizzo di display quindi vi dovrete fidare di quanto dico.

Per dare un termine di fine giornata “lavorativa intensa” del device, di solito utilizzo come orario le 20,30, orario dopo il quale inizio ad utilizzare meno lo smartphone usando altri device come i tablet. Per giornata “Intensa” intendo un avvio del device alle ore 7,40 utilizzandolo fin da subito con Facebook, Mail, visualizzazione del Sito, articoli vari ecc… Durante la giornata lo utilizzo per svariate telefonate (in media 30 al giorno), mail (in media 50-60 al giorno), internet, social, fotografie (in media 10 al giorno), navigatore (in media 5minuti, solo per vedere il traffico), Articoli per il Sito, musica (in media 5 minuti al giorno), visualizzazioni di video su YouTube (in media 30 minuti al giorno) ecc…

Mate 7 come detto arriva a sera senza problemi con ancora un 30% di carica residua verso le 22,30 e oltre 4 ore di display; ZenFone 2 arriva alle 18,30 circa con circa 3 ore e 30 di display mentre S6 Edge+ arriva alle 17,00 scarse con poco più di 2 ore e 40 minuti di display.

1: HUAWEI Mate7. Il migliore a livello di batteria con una ricarica abbastanza rapida. Voto: 9/10

2: ASUS ZenFone 2. Si potrebbe ottimizzare ancora meglio in quanto ha le potenzialità per arrivare almeno alle 19,30 con uso intenso. Voto: 7,5/10

3: SAMSUNG S6 Edge+. La vera pecca di tutta la serie S6 è proprio la batteria. Non tutti hanno la possibilità durante la giornata di utilizzare la ricarica veloce e la durata in uso business-intenso è pessima. Voto: 5,5/10

Prima di concludere con il vincitore, parliamo di Rapporto Prezzo/Qualità. Sotto questo punto di vista, ASUS prima e Huawei dopo ne escono sicuramente vincitori in quanto offrono tanto; offrono un Top di Gamma ad un prezzo concorrenziale, sopratutto ASUS. Samsung da questo punto di vista ne esce perdente in quanto è vero che offre un Top di Gamma con qualità costruttiva, potenza, eleganza, novità ecc… ma lo offre ad un prezzo (Quello di listino) elevato, circa 900 euro per la versione da 32GB di memoria.

[/box]

[box]

VINCITORE

golden_trophy_for_number_one_position_stock_photo_Slide01

Chi è quindi il vincitore? Il podio in base alle votazioni date per ogni sezione è così composto…

SAMSUNG HUAWEI ASUS
DIMENSIONI 8 7,5 6,5
MATERIALI 9 8,5 6,5
HARD/SOFT 8,5 6,5 7,5
DISPLAY 9,5 6,5 7,5
FOTO 8,5 6,5 7,5
BATTERIA 5,5 9 7,5
TOTALE 49 44,5 43

Il vincitore del confronto è SAMSUNG S6 Edge+ con 49 PUNTI su 60;

Secondo con 4,5 punti di scarto è HUAWEI Mate7 con 44,5 PUNTI su 60;

Terzo con 1,5 punti di scarto dal secondo e 6 punti di scarto dal primo è ASUS ZenFone 2 con 43 PUNTI su 60.

[/box]

[box]

CONCLUSIONI

images

Il punteggio in sè non è certo indicativo della bontà o meno di uno di questi tre device, io stesso infatti, ancora prima di fare il conteggio, pensavo che ASUS sarebbe arrivato secondo in quanto nell’uso quotidiano lo trovo meglio (oggi) del Huawei Mate7. Sicuramente tra i tre, quello più veloce, potente, meglio rifinito, con un display davvero esagerato è S6 Edge+.

Huawei “perde” in quanto paga l’anno di “vecchiaia” mentre ASUS “perde” per la qualità dei materiali, per il resto, sono tutti e tre ottimi device nell’uso quotidiano. Il migliore per rapporto qualità prezzo è sicuramente ASUS ZenFone 2 ma il confronto ovviamente non poteva basarsi su questo. Ogni device ha il suo acquirente tipo! Voi che “tipi” siete?!

 [/box]