Il Galaxy Note è un device speciale in molti modi, ma quello che ci è interessato e ci ha stupito di più è senz’altro la S-Pen. Innanzitutto, che cos'è la S-Pen? Un semplice pennino? Allora vuol dire che Galaxy Note è uno di quesi vecchi telefoni con schermo resistivo che necessitano di un pennino per funzionare? Assolutamente no! Scoprite la S-Pen nel nostro focus

Come accennato prima, la S-Pen utilizza  tecnologie Wacom, azienda Leader nel campo delle tavolette grafiche utlizzate per disegni professionali su computer. Galaxy Note, con la S-Pen può infatti percepire fino a 128 livelli di pressione, per garantire estrema precisione nella scrittura o nel disegno: a seconda di quanta pressione facciamo il tratto diventerà più marcato e scuro o più sottile e chiaro. Oltre a usare le app dedicate, la S-Pen è estremamente comoda ed utile, perchè verrà riconosciuta proprio come fosse un nostro dito, permettendoci di effettuare qualsiasi operazione con la massima precisione. La S-Pen è inoltre dotata di un tasto che permette di eseguire diverse gesture, fino a poter utilizzare (quasi) completamente Galaxy Note solo con la S-Pen: possiamo infatti simulare il tasto menu e indietro, molto utili in queste fredde giornate se per esempio vogliamo usare lo smartphone con i guanti, fare degli screenshot, o aprire rapidamente una nuova nota, la gesture che trovo più utile. Sarà sicuramente capitato anche a voi di trovarvi a dover appuntare rapidamente una cosa senza che abbiate un foglio e una penna a portata di mano no? Con questa gesture bastano due tap sullo schermo e voilà! La gesture è anche molto utile nel caso stessimo usando il nostro device e vedessimo improvvisamente una cosa da appuntare, con un semplice tap in alto infatti possiamo nascondere per qualche secondo La nota e vedere il contenuto sottostante.

Oltre alla comodità delle gesture però, abbiamo trovato anche delle mancanze: manca ad esempio una gesture con la S-Pen per emulare il tasto cerca, che fa sempre comodo, e manca anche una gesture per il tasto home che sarebbe comoda, ma in realtà non indispensabile nell’esempio di prima, poichè, avendo Galaxy Note un tasto fisico, potremo tornare alla home anche con i guanti, ma sarebbe senz’altro stata ben accetta. Continuando a parlare di software, non si può fare a meno di parlare di apps, e in questo caso di apps ottimizzate per il Galaxy Note. Le apps ottimizzate sono raccolte in una sezione apposita del market di samsung (samsung apps) sotto la voce S-Choice, e qui arriva il bello brutto. Che c’è di brutto in una lista di apps ottimizzate appositamente per il proprio device? Semplice! Purtroppo nella sezione S-Choice ci sono pochissime apps, 28 per la precisione, e nemmeno tutte eccellenti. Alcune sono senza dubbio realizzate piuttosto bene, ma non spaventatevi se ne vedete alcune avere lag o rallentamenti.  Purtroppo, come dicevo prima, le apps ottimizzate sono davvero poche, e, cosa ancora più grave, non ce n’è nessuna veramente eccellente per il disegno, a cui Galaxy Note dovrebbe essere votato; la migliore è Omnisketch, gratuita su Samsung Apps, ma purtroppo la scelta dei pennelli è limitata e non sono presenti alcune caratteristiche presenti su Sketchbook, indubbiamente la migliore app per android per il disegno. Ma non preoccupatevi! Sketchbook Mobile infatti funziona perfettamente su Galaxy Note pur non essendo ottimizzata, anche se il tratto della S-Pen arriva leggermente più in ritardo e non ha la sensibilità della pressione. A dire la verità nemmeno sketchbook mobile è perfetto, poichè rispetto alla versione per tablet ha meno opzioni e manca come già detto la sensibilità alla pressione, ma con l’aggiornamento ad android 4.0 anche su Galaxy Note potrete installare la versione pro senza problemi. Con la versione pro su una rom Ice Cream Sandwich siamo riusciti ad ottenere risultati più che soddisfacenti,e come potete vedere alla fine dell'articolo facendo l'abitudine lo stilo è sufficientemente comodo per disegnare. Mettendo invece l'arte da parte e tornando alla scrittura, Samsung ha implementato oltre a S Memo dove possiamo scrivere liberamente, una tastiera con il riconoscimento delle lettere. Una volta fatta l'abitudine scrivere con la S-Pen è abbastanza facile con S Memo che permette anche di condividere le note con servizi come evernote o con qualsiasi altra app che permetta la condivisione come fabeook, google+ e altro; funziona un po' meno con il riconoscimento Samsung, che non sempre riconosce la nostra calligrafia.

Per aumentare ulteriormente l'ergonomicità della S-Pen, nel caso fosse difficile scrivere/disegnare con lo stilo un po' corto in effetti, Samsung ha progettato un interessante accessorio opzionale, ovvero l'S-Pen Holder: si tratta di un semplice "guscio" in cui inserire la S-Pen che la trasforma in una vera e propria penna con l'eccezione ovviamente della punta che scriverà, invece che sulla carta, sul display di Galaxy Note. Inoltre insieme all'S-Pen Holder troviamo uno stilo di riserva, in caso ne volessimo tenere uno all'interno di Galaxy Note in ogni caso. In conclusione, La S-Pen di Galaxy Note è uno strumento magnifico e dalle grandi potenzialità, serve solo ancora qualche piccola ottimizzazione software da mettere ancora a punto. Finisco lasciandovi ai nostro video sulla S-Pen e ai disegni che abbiamo realizzato: [EXKc4uY3Zag] [3G6u70H_VdQ]

 



  • Todini18

    Ciao, bravo come sempre,mi è piaciuto molto il tastierino numerico che si può spostare a destra e a sinistra, per poter usarlo con una mano, che rom usi, è stabile? Interessante anche l’app che usi per creare le cartelle, come si chiama? Ciao e grazie

    • il tastierino che si sposta è presente in tutte le rom, io uso la darky; nelle impostazioni lingua e tastiera c’è una spunta da mettere su imposta l’utilizzo a una sola mano, per le cartelle uso adw launcher 😉