Grazie ad HTC Italia abbiamo la possibilità di testate HTC Sensation XL, terminale della casa taiwanese dedicato alla multimedialità, vediamo se raggiungerà le nostre aspettative nella recensione! 

Sommario

Hardware, design e materiali[divide]

HTC è sempre stata nota per i suoi ottimi materiali nei suoi device e Sensation XL non fa eccezione: l’alluminio della scocca (unito a della plastica di ottima qualità per le comunicazioni radio) dà un’ottima sensazione di qualità nella mano ed è piacevole alla vista; la scocca è composta da un solo pezzo che ricopre anche la cornice del terminale, ma la chiusura non è realizzata benissimo,tanto che spesso sentirete qualche scricchiolio poco rassicurante utilizzando il terminale. A parte i rumorini occasionali però, il terminale ha un design ergonomico, e si riesce ad utilizzarlo senza fatica con una sola mano nonostante lo schermo di generose dimensioni.

Voto design & materiali: 8

[divide]

Hardware

sotto la scocca di HTC Sensation XL si nasconde un terminale di fascia media: processore single core Qualcomm MSM8255 da 1.5ghz, con una GPU Adreno 205 e 768mb di ram: non aspettatevi quindi performance stellari, ma il processore riesce a far girare il terminale molto bene e senza rallentamenti ad eccezione di situazioni di stress elevato, complice la bassa risoluzione del display. La batteria, da 1600mAh, consente di coprire la giornata a malapena con un utilizzo intenso, ma stressando il terminale solo moderatamente arriverete a sera senza troppe difficoltà.

Voto hardware: 6

[divide]

Cuffie

Paragrafo aggiuntivo dedicato a questo terminale votato alla musica visti gli auricolari contenuti nella confezione. In effetti esistono due versioni di Htc Sensation XL: una con delle cuffie Beats (più costosa) e una con dei “semplici” auricolari Beats dotati di una comoda custodia. Sono proprio questi accessori a rendere Htc Sensation XL un terminale appetibile: la loro qualità audio è a dir poco eccellente, e anche il software aggiuntivo di HTC a supportare il Dr. Dre fa un ottimo lavoro.

Voto cuffie: 9 1/2

[divide]

Fotocamera

A differenza delle altre caratteristiche tecniche, la fotocamera di Htc Sensation XL è in linea con i top di gamma con i suoi 8 megapixel. I risultati del sensore sono in linea con gli altri device di fascia medio-alta, buoni ma non eccellenti; fattore in più a favore di Htc Sensation XL sono i diversi effetti della fotocamera applicabili in tempo reale durante lo scatto di cui potete vedere alcuni esempi qui di seguito.

Voto fotocamera: 7 1/2

[divide]

[accordions]

Display[divide]

Il display di HTC Sensation XL non fa gridare al miracolo. il pannello è un LCD da 4.7” con risoluzione WVGA 800×480, che ci concede quindi meno di 200 dpi. Impossibile non notare i pixel nelle schermate e le zigrinature ai bordi delle lettere. Come per tutti gli LCD inoltre i neri sono un pochino tendenti al grigio, ma i colori realistici li compensano, uniti da una buona luminosità che ci consente di utilizzare il terminale anche alla luce.

Voto display: 5 ½[divide]

Software[divide]

Un’altra tradizione Htc è la famosa interfaccia personalizzata Sense, presente ovviamente su Sensation XL in versione 3.5 su android 2.3 gingerbread, aggiornabile proprio da questi giorni ad Ice Cream Sandwich 4.0 che però purtroppo non abbiamo potuto provare. Sicuramente l’interfaccia è un piacere per gli occhi: ogni particolare è curato nei dettagli e ricco di fronzoli, forse fin troppo, ma è una questione di gusti, quel che è certo è che HTC  anche dove non necessario, la Sense è a mio parere fin troppo sovraccarica: alcune funzioni aggiuntive sono sicuramente comode, come le note sincronizzate con evernote, l’orologio con timer e cronometro; ma app come “htc hub” che contiene giusto un paio di skin aggiuntive alla sense, o “mostra” che contiene un paio di tutorial per l’utilizzo del telefono mi sembrano ridondanti, visto che non abbiamo nemmeno la possibilità di disinstallarli.

Nonostante il terminale sia quindi abbastanza pieno fin dall’inizio, il telefono svolge tutte le funzioni in maniera fluida e senza impuntamenti fastidiosi; eccezione alla regola  la home della sense, che va a volte ricaricata dopo aver usato delle app (anche leggere) senza un apparente motivo. Un pochino diverso è il discorso per le app pesanti, ad esempio giochi 3D come Shadowgun, che nelle fasi più impegnate ci ricorda che il processore è un single core rallentando di molto il terminale e rendendolo quasi inusabile.

Peculiarità di questo HTC condivisa con Htc Sensation XE, è l’audio Beats. Certamente la parte da leone la fanno gli auricolari Beats compresi nella confezione, ma anche il software fa il suo piccolo; nella app musica di htc collegando gli auricolari è attivabile tramite le notifiche l’equalizzatore Beats che migliora la qualità e il volume del suono; se però preferite una qualità più bassa potete disattivarlo (ma chi vorrebbe? quel pulsante ‘disattiva’ è lì solo per provare la differenza con o senza equalizzatore…) purtroppo però, dite addio a player alternativi, perché l’equalizzatore funziona solamente con il player di Htc. Personalmente non ho nulla in contrario al player di htc, che in stile sense è ricco di opzioni; il problema maggiore è per chi, come me, utilizza il servizio Google Music per tenere la propria musica nel cloud di Google, che rimane inaccessibile al player htc anche selezionando l’opzione di scaricarla offline.

Voto software: 7 1/2 [divide]

[nggallery id= 87]

Video[divide]

[v=-NDEZAiP9ng]

[v=Jn5WpJejfoU][divide]

Conclusioni[divide]

In conclusione, HTC Sensation XL si conferma un terminale votato alla multimedialità, in particolare alla musica grazie alla straordinaria qualità audio delle cuffie e all’equalizzatore Beats, mentre non eccelle in altri campi dove invece è appena sufficiente; consigliato quindi agli appassionati di musica senza troppe pretese di performance.

Se desiderate un hardware un po’ più all’avanguardia senza sacrificare la qualità musicale allora probabilmente il fratello maggiore HTC Sensation XE è ciò che fa per voi.

[divide style=”3″]