L’Osservatorio sui Giochi e sul settore dei migliori casino online con bonus massimi presentato in questi giorni rivestirà, questo dovrebbe essere il suo scopo, i panni di strumento essenziale per svolgere un lavoro scientifico di ricerca, non solo relativamente agli aspetti normativi, ma per tutti gli impatti dell’offerta di gioco legale nella nostra Penisola, anche in considerazione che proprio il Ministero della Salute, poco tempo fa, ha ammesso che i dati che “circolano” sulle ludopatie e sui disagi conseguenti all’abuso del gioco, non rappresentano una base certa. Conseguentemente, è indispensabile avere un nuovo approccio a questi “pesanti” temi e la responsabilità è demandata proprio all’Osservatorio sui Giochi di Sistema Gioco Italia che dovrebbe “dipanare” l’ingarbugliata matassa e porsi come interlocutore “trasparente” delle istituzioni e delle Forze dell’Ordine, articolando così la sua attività in tre filoni principali: tutela del consumatore, contesto normativo e lotta al mercato illegale. Dopo la mancata approvazione della Delega Fiscale in materia di giochi, vi è ancora più confusione e poca tranquillità nel settore: obbiettivo, quindi, dell’Osservatorio è provare a mettere ordine tra norme e leggi che disciplinano l’offerta legale. Costruire un vero data-base elettronico che fungerà da “bussola” attraverso la quale orientarsi nel mare magnum delle normative sul gioco, facilmente consultabile, chiaro, dettagliato e messo a disposizione particolarmente dalle aziende del settore che “navigano a vista” nell’incertezza più totale. Una sorta di Testo Unico che potrebbe “tranquillizzare” un comparto economico importante come quello dei casino online con licenza aams, composto da 140mila operatori e 6.600 imprese, che richiedono ormai da tempo di essere “normalizzati”: dopo 15 anni dalla prima regolamentazione del gioco… nulla più è stato fatto.