Finora tutti gli smartphone hanno avuto un singolo display o due display non collegati tra loro, ma per la prima volta Fujitsu e DoCoMo hanno presentato un prototipo di smartphone con un unico display utilizzabile da entrambi i lati, scopriamolo insieme!

Al 2012 Wireless Japan Expo, Fujitsu e l’operatore telefonico giapponese NTT DoCoMo hanno presentato un prototipo per un concept di smartphone ancora mai visto: il progetto è ancora in fase embrionale, ma l’idea è già chiara: un display OLED trasparente con touchscreen da entrambi i lati per permettere nuovi tipi di interazione con il device. Il prototipo mostrato all’evento è ancora molto piccolo, con una diagonale di soli 2.4″ e una risoluzione QVGA 240×320, e si pensa che prima di raggiungere la commercializzazione il display debba essere reso più grande, risoluto e luminoso, in quanto l’attuale prototipo è quasi inutilizzabile alla luce del sole.

La nuova idea di un display utilizzabile da entrambi i lati apre le porte a tanti nuovi metodi di interazione con lo schermo: nel prototipo, che monta una versione 2.x di android, è mostrato come da una parte del display si possa prendere un icona, e scorrendo le schermate con l’altro display, spostarla; altra applicazione del sistema potrebbero essere i giochi: un cubo di rubik che se toccato da un solo display gira, ma se “tenuto fermo” da dietro è possibile essere mosso da davanti nelle singole file è solo il primo dei concept di gioco che possono essere ideati. A seguire ecco un video che ne dimostra il funzionamento:

[v=Xbyoool5ZwY]

E voi usereste un display doppio o preferite ancora quelli singoli comunemente utilizzati oggi?