Non è una novità infatti Intel aveva già provato a farsi spazio nel già monopolizzato mondo delle CPU del robottino con scarsi risultati, ma ora sembra fare sul serio… e si presenta al meglio al CES. 

Intel-Logo-617x416

Come annunciato Intel si è lanciata nel mondo Android, andando a presentare una serie di CPU al passo con i tempi ( lontana dall’esperimento del single-core da 2 GHz).

Prima di tutto un annuncio:

Le Cpu Haswell, di quarta generazione cioè l’evoluzione delle Ivy Bridge, usciranno nel 2013, probabilmente tra maggio e giugno, assicurano secondo l’azienda ottime prestazioni, sicurezza (exynos ? ) e un’autonomia  fino a 9 ore. Quindi verrano prodotti nuovi ultrabook, che secondo Intel avranno display touch (ultrabook android ?) e tecnologia WiDi per l’invio wireless di immagini 1080p (e audio 5.1) ad altri dispositivi (i televisori).

Riguardo ai  tablet, l’azienda di Santa Clara ha presentato il System-on-a-chip Atom di prossima generazione a 22 nanometri per Windows 8 e Android (si chiamerà Bay Trail, evoluzione di Clover Trail), La sua produzione è prevista per la fine del 2013  e supporteranno anche Android. Si tratta di un quad-core in grado di alimentare device da 8 millimetri di spessore con batteria della durata di un giorno intero, a prezzi inferiori rispetto al SoC precedente, mica male.

Per gli smartphone di fascia alta, invece Intel presenta Atom Z2580 (Clover Trail+), un dual-core da 1,3 Ghz  l’uno con Turbo Boost che spinge fino a 1.8 GHz, che garantiranno prestazione fino al doppio della precedente generazione e ridurrà di molto i consumi.

Con queste novità Intel lancia la sfida già raccolta dai top di gamma dei rivali Qualcomm800 e Tegra 4 di Nvidia… computer tremate..