Verrà presentato in anteprima durante la Milano Design Week “Makr Shakr”, un innovativo barista robot in grado di preparare circa un googol di combinazioni di drink.

images (5)

La particolarità è che si tratterà di drink “user generated”, perché verranno realizzati da Makr Shakr sulla base di input forniti dai consumatori tramite una app. Il prototipo è stato realizzato da un team di ricercatori e ingegneri del MIT Senseable City Lab di Boston, con la collaborazione di The Coca-Cola Company e Bacardi, ed è stato sviluppato con il sostegno di “Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta. Energia per la vita”.
Carlo Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab di Cambridge, e partner dello studio di design carlorattiassociati in Italia ha affermato:

“Le tecnologie digitali stanno trasformando l’interazione tra persone e prodotti, e la premessa di Makr Shakr – che può essere riassunta come ‘progettalo-crealo-goditelo’ – ne è la piena espressione”. “In pochi minuti, il nostro prototipo permetterà alle persone di creare le proprie combinazioni di cocktail, provandole e condividendole poi con gli altri.”

Ai consumatori basterà scaricare l’app sul proprio dispositivo portatile per avere la possibilità di mixare gli ingredienti come dei veri e propri barman virtuali. Sarà anche possibile imparare dalle ricette e dai commenti degli altri utenti, e leggere la storia e l’evoluzione di ciascuna ricetta. Dopo aver creato il proprio mix, questo verrà realizzato da tre braccia robotiche, i cui movimenti simulano tutte le movenze tipiche di un barman – dallo shake del Martini al mescolamento di un Mojito, fino alla decorazione con una fetta sottile di limone. Una volta pronto il cocktail, il bar provvede a fornire informazioni sul drink che è stato appena creato. Un grande schermo posizionato alle spalle del bar mostra inoltre le connessioni sociali avvenute grazie ai processi di co-creazione resi possibili da Makr Shakr. Al termine del processo produttivo, gli utenti possono godersi i drink che hanno creato per sé o per altri, e condividere su diverse piattaforme social i propri commenti, foto e ricette. Makr Shakr può combinare drink sia alcolici che non alcolici. Inoltre, il sistema di progettazione digitale permette il monitoraggio del consumo di alcol e del livello di alcol nel sangue, attraverso l’immissione di alcuni dati fisici di base.

[v=-OU47UBwr0Q]

versione mobile

Si tratta una caratteristica che non si è soliti attendersi da un tradizionale barman in carne e ossa, e grazie alla quale Makr Shakr consente di auto-monitorarsi su quanto si è bevuto, al fine di promuovere un consumo di alcol responsabile. Il ricavato della preparazione dei cocktail con Makr Shakr, verrà donato al Politecnico di Torino per finanziare una borsa di studio sulla Terza Rivoluzione Industriale.