Secondo uno studio di Hi-Media Payments in collaborazione con Harris Interactive, che ha coinvolto 1000 utenti internet di ciascun paese: Brasile, Germania, USA, Spagna, Francia e, per la prima volta anche Italia sull’utilizzo dei micropagamenti, transizioni online sotto 10€, è emerso che l’Italia è al secondo posto in Europa nell’utilizzo dei sistemi di micropagamento.

In Italia circa il 54% degli utenti internet utilizzano questo sistema di pagamento, sopratutto per acquisti come: 42% Musica, 34% E-book be 30% giochi online; ma al primo posto troviamo la Germania con il 60% di utenti.

Lo studio conferma che l’88% degli utenti in Europa utilizzano sistemi di micropagamenti in alternativa o aggiunta alle carte di credito,  ma gli Italiani vorrebbero maggiore disponibilità di soluzioni in rete. In Italia l’89%  ritiene che i sistemi di pagamento siano un’altrnativa valida, il 93% ne raccomanda l’utilizzo ad amici e parenti.

Gli Italiani mettono in ordine di preferenza i seguenti metodi di pagamento: 72% carte prepagate/ borsellino elettronico, 63% carte di credito, 46% bonifico e 29% seguono gli operatori telefonici.

Con queste parole Christina Fontana, Director Italia Hi-Media Paymentes ha commentato i risultati dello studio:

Lo studio evidenzia un grande potenziale nel mercato italiano ed europeo dei micropagamenti ma lancia in importante segnale ai venditori online: emerge infatti l’esistenza degli utenti di trovare un’offerta più ampia di soluzioni d’acquisto al momento della spesa. Per essere competitivi, i merchant devono essere in grado di rispondere prontamente a questa richiesta, offrendo ai clienti la possibilità di acquistare online attraverso qualunque sistema di micropagamento. In questa direzione, la strategia di Hi-Media Payments è finalizzata a supportare i venditori online mettendo a disposizione le opzioni di pagamento più efficaci sulla basse delle caratteristiche di ogni singolo mercato tra gli oltre 50 metodi di pagamento resi disponibili a livello globale.