samsung-logo

Nel precedente articolo vi abbiamo presentato le nuove stampanti Samsung dotate di tecnologia NFC che consentono di stampare direttamente dal proprio device mobile avvicinando quest’ultimo al tag presente sulla stampante!

In questo nuovo articolo ci dedicheremo a fare un approfondimento dedicato alla storia del Mobile Printing di Samsung, dalle prime applicazioni allo sviluppo dei nuovi dispositivi con tecnologia NFC integrata.

Nel 2009 Samsung Electronics ha iniziato a sviluppare le prime soluzioni di Mobile Printing, l’obiettivo era quello di rendere i processi di stampa più semplici e pratici sfruttando l’utilizzo sempre più diffuso dei dispositivi mobili. L’idea di fondo che ha guidato lo sviluppo delle nuove soluzioni era quella di voler permettere a tutte le persone dotate di smartphone e tablet di stampare facilmente qualsiasi tipo di contenuto come email, screenshot e foto direttamente dai propri device.

Fase1: Stampare da dispositivo mobile 

Il primo passo per raggiungere questo obiettivo è stato fatto attraverso la famiglia Samsung Galaxy. Il team della divisione Printing, infatti, ha dotato i modelli Galaxy Tab (del 2010), SII, SIII, S4, Note e Note II di un pulsante “print” che, quando utilizzato, consente di cercare automaticamente le stampanti Samsung più vicine all’utente. Le persone avevano, quindi, la possibilità di gestire facilmente una serie di opzioni, quali il numero di copie desiderate, le dimensioni della carta e dell’immagine. Qualsiasi cosa foto, email, screenshot dal web o da applicazioni poteva finalmente essere stampato da un dispositivo mobile compatibile.

Samsung era riuscita a raggiungere un primo obiettivo, ma c’era ancora molta strada da fare. Questa prima versione, infatti, era compatibile solo con i prodotti della famiglia Galaxy. Inoltre, nonostante fossero stati eliminati passaggi complicati quali l’installazione di driver Samsung o applicazioni  per poter ottenere la stampa desiderata gli utenti dovevano ancora cercare l’indirizzo della stampante.

Fase2: Ampliare il bacino d’utenza attraverso l’App Samsung Mobile Print

L’ambizione del team della divisione Printing era rendere accessibile il Mobile Printing ad un pubblico sempre più vasto; da qui la decisione di creare l’App Samsung Mobile Print App, disponibile su Google Play Store e iOS App Store. Con l’app, le persone potevano finalmente stampare ancora più facilmente dal proprio device contenuti dai social network, come facebook e twitter, documenti di google drive, pdf e file di microsoft office.

Fase3: “Tap & Print”

Inizialmente, quando l’app Samsung Mobile Print fu lanciata, emersero alcune preoccupazioni all’interno della community di utenti, legate ad una percepita difficoltà nel trovare l’app su Google Play Store e a problemi iniziali di teething in fase di installazione.

Per raggiungere davvero e in concretezza il concetto di Printing intuitivo e facile, Samsung ha continuato a ricercare nuovi modi per migliorare l’esperienza di stampa: attraverso la combinazione di tecnologia Near Field Communication (NFC) e Wi-Fi Direct, siamo giunti ad un nuovo tipo di soluzione che avrebbe migliorato sensibilmente l’esperienza utente. Queste due innovative tecnologie offrono opportunità diverse: mentre l’NFC consente a qualunque dispositivo nel raggio di 4cm di connettersi ad un altro device con un semplice tocco dei due, la tecnologia Wi-Fi Direct permette lo scambio veloce dei dati tra due dispositivi connessi tra loro. Queste innovazioni erano già state implementate sui dispositivi della famiglia Galaxy, ma a questo punto venivano combinate per essere utilizzate nella comunicazione tra stampanti e smartphone. L’idea era quella che ogni utente potesse stampare i propri contenuti presenti sullo smartphone semplicemente sfiorando con quest’ultimo la stampante, senza bisogno di un set-up wireless specifico. Inoltre, coloro che non avevano già l’App Samsung Mobile Print sarebbero stati portati automaticamente a scaricare l’applicazione nel momento in cui avessero provato a stampare via NFC. Questo pensiero ha dato vita alle prime stampanti al mondo con tecnologia NFC integrata: la serie Samsung Xpress C410W.

Con il lancio di queste stampanti, Samsung è riuscita con successo a rendere il Mobile Printing semplice, intuitivo e accessibile, oltre a consentire alle persone grandi risparmi in termini di tempo.

Il Mobile Printing per il B2B – La tecnologia Wi-Fi Direct certificata

Grazie ai benefici che assicurano in termini di sicurezza, le stampanti Samsung con tecnologia NFC integrata hanno ricevuto l’attenzione di diversi settori, come quello B2B. Samsung intende, infatti, espandere la gamma dei suoi prodotti SOHO (Small Office and Home Office) con tecnologia NFC dedicata ai clienti business. Per le aziende che hanno bisogno di stampare diversi tipi di contenuto in modo sicuro, questi dispositivi rappresentano la scelta ideale, perché consentono di verificare l’identità degli utenti attraverso un semplice tocco e assicurare, quindi, che a stampare sia solo il personale autorizzato.

In un contesto in cui i dispositivi di tipo “smart” continuano a giocare un ruolo sempre più integrante nella vita delle persone, emerge chiaramente la necessità di soluzioni che permettano di risparmiare tempo e migliorare l’esperienza d’uso: la creazione dell’App Samsung Mobile Print e lo sviluppo della tecnologia NFC applicata al Printing sono solo due esempi che testimoniano l’impegno costante di Samsung nella ricerca di tecnologie sempre più innovative che rendano la vita di tutti i giorni più semplice e, in generale, migliore.