Lo scorso anno Samsung ha introdotto il primo Galaxy Note che ha colto di sorpresa il mercato sul fronte delle dimensioni, ma non soddisfatta di stupire, galaxy_note_2 introdusse anche lo stilo, uno strumento che molti davano ormai per disperso, un’alternativa alla digitazione tattile. L’S Pen, questo il nome scelto da Samsung per il suo stilo, che ha reso il Note lo smartphone per eccellenza rispetto la concorrenza. A dispetto di tutte le perplessità, questo dispositivo ha ottenuto un enorme successo sul mercato e a distanza di un anno Samsung ha rilanciato il Note II, un dispositivo che riprende la filosofia del suo predecessore ma affina tutti gli aspetti. Il Note II integra un processore quad core e 2 GB di Ram, memoria interna da 16 GB, espandibile tramite microSD, il display è Super Amoled HD Corning Gorilla Glass 2 da 5.5 pollici con risoluzione di 1280×720 pixel. Nonostante la grandezza, il Note II risulta più maneggevole del precedente modello. Grazie alla batteria da 3100 mAH, arriva anche fine giornata.! Miglioramenti anche con il pennino, infatti Samsung nella seconda versione ha introdotto un nuovo sistema di rilevamento della pressione, maggiore precisione nel tocco ed è anche possibile indicare al proprio terminale la mano dominante per ottimizzare le presa. Dopo la seconda versione del dispositivo a metà strada tra tablet e smartphone, un terminale non per tutti, ma che sfiora la perfezione,  che cosa dobbiamo aspettarci per il futuro???