Come ogni anno, arrivati in questo periodo, inizia l’ondata di rumors riguardanti i prossimi top di gamma Samsung, sulle loro possibili caratteristiche, prezzi, funzionalità e design.

La novità principale quest’anno, ha già diviso gli appassionati del mondo Android e riguarda la presentazione da parte del colosso Coreano di un terzo dispositivo oltre agli attesi Galaxy S9 e Galaxy S9+. Potrebbe sembrare una cosa già sentita ma, stando alle ultime voci, dovrebbe chiamarsi Galaxy X e avrebbe in dotazione un display flessibile, cosa su cui Samsung era al lavoro da anni. La seconda importante novità passata in secondo piano è quella che la presentazione si avrà a Gennaio e non ad Aprile come eravamo abituati fino ad ora.

Analizziamo i singoli dispositivi e tutto quello che si sa fino ad ora.

Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9+

Galaxy S9 ed S9+ vanno ovviamente analizzati insieme, date le sottili differenze tra i due device.

Il Galaxy S9 dovrebbe presentarsi più come una versione aggiornata e matura del suo predecessore che come una vera e propria novità così come per la sua versione plus. Per quanto riguarda le specifiche tecniche troveremo 4Gb di Ram per la versione più “piccola” e 6Gb per la versione plus, accompagnati da una Rom a partire da 64Gb. Il display avrà la stessa screen ratio da 18.5:9 con la stessa risoluzione QHD+ per entrambi, supportati da una cpu di nuova generazione, lo Snapdragon 845 octacore.

Per quanto riguarda la cpu, si vocifera che sarà esclusiva Samsung per alcuni mesi prima di poter essere usata da altre azienda, il che darà alla multinazionale coreana un enorme vantaggio. L’unico dubbio resta sui paesi in cui verrà commercializzata la versione con questo socket e se si opterà anche per una variante con Exynos, così come successo per i modelli precedenti.

Per quanto riguarda il lettore di impronta posteriore, non si sa se la sua presenza sarà confermata, non tanto per le lamentele dovute ad una sua posizione definita “scomoda” dagli utenti ma quanto per la presenza quasi certa del Face ID (ovviamente con un altro nome). Infatti anche Samsung ha ben pensato di optare per uno sblocco con iride e abbandonare il poco sicuro sblocco facciale presente adesso sui top gamma.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, avremo una fotocamera anteriore da 13 Mpx per facilitare l’uso del Face ID mentre per quella posteriore avremo il passo in avanti che tutti ci aspettavamo, una doppia camera da 21 Mpx di cui quella principale in grado di fare video in slow motion a 1000 fps.

L’ingresso usb sarà ovviamente type c mentre l’ultima novità, seppur creerà meno stupore delle precedenti, ha comunque molta importanza e riguarda la scheda madre. Essa infatti sarà di un nuovo tipo, detto lsp, in grado di miniaturizzare molti componenti e quindi dare più spazio ad altro come la batteria che potrebbe ipoteticamente raggiungere i 4000 mA.

Samsung Galaxy X

Se qualcuno avesse qualche dubbio sulla sua imminente presentazione, riportiamo la risposta del CEO di Samsung che alla domanda di un intervistatore che gli chiedeva cosa avrebbero presentato per contrastare Iphone X, ha detto “uscirà finalmente Galaxy X“.

Finalmente perchè Samsung sono anni che ci lavora e che cerca di perfezionare questa tecnologia infatti, già nel lontano 2013 al Mobile World Congress, mise in mostra una prima prova di display flessibile.

Dovrebbe trattarsi di un 5 pollici con la possibilità di diventare un 7 pollici grazie ad una particolare cerniera in grado di separare i cavi interni e molti componenti, favorendo la chiusura del dispositivo. Il display sarà a 1080p ma non si sa se si tratta della risoluzione dei 5 pollici o dei 7 pollici visto che la risoluzione massima di questi display è stata il FullHD.

Questo è tutto per ora, ovviamente le notizie sui modelli attesi come ogni anno sono più certe e fondate di quelle sul nuovo modello che vanno prese con le pinze anche se la sua presenza è certa. Non ci resta che attendere qualche mese.


  • JayJouker22

    Speriamo nel Galaxy X…altro che iPhone e le sue cavolate