Asus Rog Phone: l’inizio di una nuova era

Nei mesi scorsi è giunta la notizia che tutti gli appassionati di videogame stavano attendendo da tempo: l’Asus Rog Phone è stato finalmente immesso sul mercato. Il primo smartphone pensato esclusivamente per il gaming alza in modo significativo l’asticella in un mercato che negli ultimi anni ha sempre più strizzato l’occhio ai gamer, amatori e professionisti. Quest’oggi, pertanto, cercheremo di fare un po’ di chiarezza all'interno di un mondo in continua evoluzione e parleremo degli smartphone che, a nostro avviso, rappresentano il meglio che un gamer possa desiderare.

0
279

L’Asus Rog Phone: smartphone o console?

Il nuovo smartphone prodotto da ASUS, per l’attenzione dedicata al gaming, è un prodotto che segna l’inizio di una nuova era di dispositivi pensati esclusivamente per gli appassionati di videogiochi. Questo nuovo smartphone può infatti essere accostato alle console tradizionali che per anni hanno monopolizzato questa fetta di mercato. Come raccontato anche da Il Fatto Quotidiano, il Rog Phone è il primo device mobile al mondo con sistema di raffreddamento a camera di vapore 3D per garantire prestazioni sempre al top. Il sistema touch utilizza sensori tattili ultrasonici AIRTRIGGER e il suo design esclusivo consente l’installazione di numerosi accessori. Dal punto di vista tecnico il Rog Phone si attesta tra i migliori sul mercato, in quanto grazie a uno schermo AMOLED da 6’’ Full HD con refresh rate da 90Hz, 8Ghz di RAM, CPU Snapdragon 845 2,9Ghz e una batteria da 4000 mHA vanta le componentistiche più esclusive in circolazione. Ciò permette ai gamer di districarsi agevolmente tra l’utilizzo di videogame che richiedono una componentista impegnativa come, ad esempio, i MMPORG, tra cui spiccano i nomi di The Elder Scrolls e Fortinite, oppure i giochi che richiedono minori prestazioni ma puntano tutto sulla grafica e la giocabilità in-browser grazie al protocollo HTML5 come i giochi di Betway Casinò, oppure i giochi platform 2D come Candy Crush e Plague Inc. L’Asus Rog Phone, pertanto, porterà tutti i diretti concorrenti ad alzare ulteriormente l’asticella degli smartphone per gamer o, addirittura, alla creazione di una linea di device mobili esclusivamente dedicata al gaming.

 

Il tentativo del Huawei P30 PRO di accorciare le distanze

Un altro smartphone che negli ultimi tempi sta riscuotendo grande successo tra i gamer è senza ombra di dubbio il Huawei P30 PRO. Lo smartphone della casa coreana, a livello di componentistica si discosta di pochissimo dall’Asus Rog Phone e si candida come principale concorrente dell’attuale leader del mercato del gaming. Il P30 PRO vanta delle caratteristiche tecniche di tutto rispetto con il display che, al contempo, può rappresentare il suo punto di forza o di debolezza. Se è vero con 6,47″ lo schermo del P30 PRO è tra i più grandi della sua categoria, è altrettanto vero che con i suoi 60Hz di refresh rate non è al livello dei suoi diretti concorrenti pensati per il gaming. Grazie al processore octacore Kirin 920+ doppia NPU, 8 Ghz di RAM e una batteria che con i suoi 4200 mHA è maggiorata rispetto alla media, il P30 PRO si dimostra competitivo anche in questo settore nonostante non nasca come un device prettamente dedicato al gaming. Il sistema operativo Android IMUI 9.1, ottimizzato per Huawei P30 PRO, rende l’esperienza di interscambio gioco/cellulare tra le più agevoli e performanti del panorama mondiale.

Razer Phone 2: il possibile outsider

Mentre l’Asus Rog Phone e il Huawei P30 PRO sono ormai generalmente annoverati nell’élite degli smartphone per gamer, c’è un prodotto estremamente interessante che però è ancora sconosciuto ai più. Stiamo parlando del Razer Phone 2, prodotto e distribuito dalla Razer Inc., nota casa produttrice di hardware per il gaming. Soprattutto tra gli esperti del settore, l’uscita della seconda generazione dello smartphone aveva generato altissime aspettative. Il device punta a massimizzare le prestazioni per garantire all’utenza un dispositivo ideale per il gaming mobile e ciò è testimoniato dalla attenta ricerca della componentistica e delle caratteristiche tecniche dello stesso. Proprio dal punto di vista tecnico il Razer Phone 2 vanta un display che con i suoi 5,7’’, 120hz di refresh rate e una risoluzione di 2460×1440 rappresenta il suo indiscutibile punto di forza. Se a ciò si aggiungono gli 8Ghz di RAM, CPU Snapdragon 845 2,9Ghz e una batteria da 4000 mHA, associati ad un prezzo relativamente contenuto, ecco che si spiega perché sempre più appassionati del settore stanno affidando al Razer Phone 2 la loro esperienza di gioco da device mobile.

Come abbiamo avuto modo di vedere, con l’uscita dell’Asus Rog Phone il livello degli smartphone per gamer si è ormai innalzato sensibilmente. Nei prossimi mesi, molto probabilmente, altre case produttrici incentreranno le loro attenzioni e risorse nella programmazione e nella diffusione di dispositivi similari. Il mondo del gaming sta cambiando e solo il futuro sarà in grado di dirci quali nuove frontiere digitali saranno raggiunte nei prossimi anni.