Boom dell’azzardo in Italia: il connubio mobile/VR traina l’industria nostrana

0
862

Realtà aumentata e gioco d’azzardo, una combinazione che contribuirà ad un’ulteriore crescita del settore del gioco in Italia. Tra le più ampie applicazioni della realtà aumentata c’è proprio il gioco d’azzardo, con l’obiettivo di rispondere alle moderne esigenze del pubblico dedito all’azzardo online. Ed ecco che il settore del gambling virtuale si colora di visori 3D e programmi pensati per offrire delle esperienze in rete totalmente immersive e realistiche.

La realtà virtuale è già più che affermata nella nostra società, il continuo sviluppo di applicazioni e il sempre più facile accesso ai portali di gioco contribuiscono alla crescita della domanda all’interno del mercato mondiale dell’azzardo digitale. Il miglioramento delle tecnologie AR e VR offre ai casinò online una miriade di opzioni per potenziare e sviluppare le proprie offerte di gioco. Questo consente ai Big Player del circuito di introdurre nuove funzionalità e componenti innovativi che rendono la user experience ancora più vivida e coinvolgente.

Un esempio di come il progresso tecnologico ha già trasformato il settore è rappresentato dalle applicazioni pensate e sviluppate per poter giocare via mobile ai casinò online in modalità live.

Si tratta di una formula innovativa che coniuga la formula di gioco live alle infinite possibilità offerte dalla realtà aumentata. Il giocatore non deve fare altro che collegarsi tramite l’app, indossare l’apposito visore – collegato allo smartphone/tablet – per immergersi in un’esperienza digitale davvero vivida, sedendosi, ad esempio, al tavolo del Blackjack con la possibilità di interfacciarsi da vivo con il dealer, mantenendo quindi l’illusione di trovarsi realmente all’interno di un casinò.

I visori per la realtà virtuale sono dotati di lenti prive di punti ciechi, in grado quindi di garantire un’esperienza di gioco coinvolgente e immersiva. Inoltre, il calo dei prezzi che ha interessato il settore dei visori ne sta favorendo sicuramente la diffusione, basti pensare che se ne trovano di molto accessibili in vendita, anche ad un costo di 30 euro.

  • Nelle piattaforme online vi sono ampissime selezioni di giochi da casinò, dalle varie declinazioni della roulette alle diverse tipologie di slot machine, alcune delle quali presentano più di 100.000 payline (qui una che ne offre ben 117649), passando per slot machine che offrono jackpot molto elevati, anche da un miliardo di euro. Naturalmente, in termini legali, i giochi proposti in modalità live devono garantire gli stessi standard di sicurezza dei giochi tradizionali, nonché equità per tutti.

L’azzardo in Italia

Con una raccolta complessiva di circa 101,8 miliardi di euro (relativa al 2017), il settore dei casinò game e delle scommesse si è affermato come uno dei più floridi dell’economia italiana. L’effettiva spesa degli italiani era di circa 18,9 miliardi di euro, al netto dei quasi 83 miliardi ridistribuiti sotto forma di vincite. Importanti anche le entrate nelle dello Stato, che incassava, sempre nel 2017, circa 10,3 miliardi di euro mediante la tassazione.

Ma il trend di crescita delle scommesse è sempre stato caratterizzato da una forte stabilità, a confermare la grande dedizione degli italiani per le scommesse sportive. È l’online a rappresentare il vero traino dell’industria dell’azzardo: la raccolta generata dai casinò online nel 2017 rasentava i 27 miliardi di euro, con una crescita del 26% rispetto all’anno precedente e del 59% rispetto al 2015.

Incremento della VR: lo studio della Juniper Research

In uno studio chiamato “Mobile & Online Gambling: Casinos Lotteries, Betting & Virtual Reality 16-21”, condotto dalla Juniper Research, è stata effettuata una proiezione molto interessante che riguarda proprio le stime di crescita del settore nei prossimi anni: l’azienda ha stimato che, da qui al 2021, il comparto sarà interessato da una crescita dell’800%.

Lo studio potrà non essere del tutto veritiero, ma va detto che, sul fronte dell’interazione tra gioco e tecnologia, il futuro va decisamente in quella direzione.