Copyright, si riaccende lo scontro sul temuto Articolo 13

0
260

Negli ultimi giorni la nota piattaforma Youtube ha messo in atto una campagna pubblicitaria contro l’articolo 13 della riforma europea del copyright nella speranza di convincere l’Europa a modificare la legge., alla quale l’Italia si è adattata con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 4 settembre.

Questa nuova normativa è stata contestata fin da subito, soprattutto a causa dell’articolo 13 che, secondo molti, causerà conseguenze molto pericolose per la libera diffusione di informazioni e video sul web.

Secondo questo articolo 13 le piattaforme online devono controllare il contenuto di quello che viene caricato dagli utenti per escludere la pubblicazione di materiale protetto da copyright.Inoltre ne consegue che per rispettare la nuova legge sul copyright si dovranno applicare dei filtri in fase di upload per escludere la violazione del diritto d’autore.

Fino ad ora questo controllo spettava agli stessi titolari del diritto d’autore mentre con la nuova normativa spetta alla piattaforma di streaming. Per questa ragione Susan Wojcicki, amministratrice delegata di Youtube, ha dichiarato che:

Di questo passo Youtube sarà costretto a bloccare milioni di video sulla piattaforma europea.