Google Allo: App di messaggistica per conversazioni facili, produttive ed espressive

0
431

Come preannunciato all’evento I/O 2016, Google il colosso di Mountain View, sta per fare il suo ingresso all’interno del mondo della comunicazione attraverso app mobile. Ciò è avvenuto attraverso l’annuncio di un’applicazione di messaggistica intelligente Allo. Questa app è dotata di caratteristiche smart con apprendimento automatico e con un servizio aggiuntivo di un assistente di Google, dando agli utenti la possibilità non solo di poter comunicare massaggiando o telefonando e andando a condividere eventi e notizie, effettuare acquisti o semplicemente comunicare quello che si sta pensando.

16102977773_8354cec62c_k

Google ha cercato attraverso tanti tentativi di costruire un applicativo social nel corso degli ultimi anni, ma non sono mai entrati nel cuore degli utenti essendo quest’epoca segnata da altri prodotti social già radicati dentro l’utenza, quali Facebook e Twitter. Per ciò che invece riguarda il campo delle ricerche online, dell’informazione e delle mappe Google non possiede rivali, lo stesso vale per il servizio di mail e di storage in Cloud con Google Drive. Idem per ciò che riguarda i sistemi operativi mobile, Android di Google è ad oggi la piattaforma più utilizzata al mondo.

Google ha deciso allora di riunire assieme tutte le sue caratteristiche più forti per dare un colpo forte a tutti gli altri strumenti di messaggistica più popolari quali WhatsApp e Messenger di Facebook, Viber, Wechat e tutte le altre meno note. Come avviene con le altre applicazioni di messaggistica mobile, gli utenti di Allo potranno raggiungere le persone a loro vicine o lontane che posseggono il numero di telefono e quindi comunicare fra loro e coloro che utilizzano un account di Google, per servizi come Gmail, potranno utilizzare questo per comunicare con i propri contatti con questi nuovi servizi. La privacy rimane un punto importante per questo strumento di comunicazione e gli sviluppi avuti già con Google Chrome saranno applicati in Allo, con cui si potrà utilizzare una modalità in incognito, in cui le chat verranno criptate con la tecnica end-to-end e con una tipologia di notifiche più discreta.

2

Una funzione nuova è quella della risposta intelligente Smart Reply, che fornisce un suggerimento di risposta possibile, senza dover scrivere per forza, ma in base alle risposte che si danno, l’app impara come tu potresti rispondere in qualsiasi circostanza, risparmiando tempo.

6

L’assistente vocale Google Assistant è basato su un bot con una capacità di linguaggio molto naturale, con cui poter parlare con lui direttamente, facendo domande, aprire una chat o pianificare qualcosa da fare, oltre ovviamente a ciò che si poteva già fare dicendo ok Google, ad esempio meteo, voli aerei, sport, cinema o ricerche in generale.

3

Grazie ai leaks che riceviamo sempre dalla pagina twitter di @evleaks (Evan Blass), sappiamo che l’uscita di questa app, attesa da Maggio, è ormai prossima. La pubblicazione dovrebbe avvenire giorno 21 Settembre, anche data di annuncio dei due nuovi telefoni Google Pixel e Google Pixel XL, che saranno probabilmente sul mercato da giorno 4 Ottobre. Già è possibile pre-registrarsi al lancio dell’app da questo link sul Play Store. Inoltre nella pagina ufficiale del Play Store sono descritte tutte le features della stessa app quali: Google Assistant per ottenere risposte, trovare informazioni e fare tante cose senza dover lasciare la vostra conversazione. Smart Reply per rispondere ai messaggi senza digitare una sola parola, impara nel tempo e suggerisce le risposte nel vostro stile, risponde a messaggi di testo e a fotografie aiutando la conversazione.

1

Ink aiuta a mantenere viva la creatività prendendo appunti direttamente sulle fotografie che ti vengono inviate. Whisper Shout consente di far arrivare messaggi ad alta voce o a bassa voce senza più digitare tutto in caps lock maiuscolo, ma rapidamente con un tasto.

5


Stickers
consente di dire quello che si vuole esprimere realmente con adesivi esclusivi disegnati da artisti e studi indipendenti provenienti da tutto il mondo. Incognito mode permette di parlare privatamente con una crittografia end-to-end, controllare per quanto tempo i messaggi rimangono in circolazione e quando questi scadono, mantenere un sistema di notificazione discreto.

4