Recensione Arlo Smart Security Standard di Netgear

0
701

L’inevitabile diluvio dei dispositivi domestici intelligenti  ha coperto tre categorie principali: illuminazione , riscaldamento  e telecamere domestiche .

Sia che stiate cercando un sistema di sicurezza, sia semplicemente un modo per tenere d’occhio quello che succede a casa, le telecamere collegate sono disponibili in abbondanza.

Il motore centrale di Arlo è il router (compreso in tutte le confezione) che permette di  utilizzare l’app Arlo e collegare diverse videocamere. Perché ci sono diverse telecamere all’interno del sistema. Lo standard è l’Arlo: una fotocamera wireless, impermeabile e dotata di supporto magnetico per poterla posizionare in qualsiasi angolazione. C’è anche l’Arlo Pro che fa passi avanti: è ricaricabile, può essere collegato, se lo si desidera, offre 1080p, audio e  una sirena nel router  per una maggiore sicurezza.

Ma oggi parleremo del  sistema Arlo Smart Security standard, che viene fornito con due fotocamere e il router nella scatola, insieme ai supporti necessari,  il tutto a un prezzo di 299 €.

Scopriamo insieme nel dettaglio Arlo Smart Security Standard.

DESIGNE E COSTRUZIONE

Partiamo dal router, che è di policarbonato bianco, presenta una serie di luci LED di stato e fornisce il collegamento tra le tue telecamere e il tuo router: si tratta di un’unità piuttosto grande rispetto al genere di cose a cui potresti aspettarvi. Riguarda le dimensioni e la forma di una di quelle cornici digitali che erano di gran moda circa 10 anni fa. Ciò significa che non è facile da nascondere dietro il modem.

Le telecamere stesse sono belle e compatte al confronto. Ciascuno è wireless, il che significa molta flessibilità per l’installazione, poiché puoi posizionarli ovunque desideri.

C’è un attacco treppiede standard nella base e il punto di attacco magnetico sul retro, tutto quello che devi fare è attaccare il supporto a cupola in metallo alla parete e poi la fotocamera si attacca magneticamente ad esso, libero di posizionarlo in qualsiasi angolazione.

Poiché sono impermeabili, queste telecamere possono essere montate all’aperto e sono facilmente recuperabili quando si desidera cambiare quelle batterie che si trovano dietro una porta accessibile attraverso la base. Non ci sono opzioni di rete cablate per queste telecamere (alcune delle altre fotocamere di Arlo, come la Arlo Q, hanno una connessione cablata, mentre nell’Arlo Pro è opzione), quindi è necessario tenere a mente la sostituzione della batteria .

In termini di design il colore bianco è piuttosto ovvio, il che potrebbe non essere quello che vuoi. Puoi comprare skin colorate per coprire le telecamere e renderle più discrete e mimetiche.

Ci sono poche cose da considerare quando si tratta di configurare il sistema Arlo. Una di queste (forse la più importante) è una connessione Ethernet al modem ADSL o FIBRA, abbiamo provato a connettere il router in dotazione tramite altri apparecchi, ma abbiamo scoperto che per il corretto funzionamento va collegato direttamente al modem della nostra linea.

Il posizionamento della videocamera dipende molto da ciò che si desidera monitorare, ma è possibile ottenere facilmente un feed dal vivo sul telefono per giudicare l’inquadratura. Testando la funzione di riconoscimento abbiamo scoperto che con un posizionamento all’aperto e in una giornata nuvolosa la fotocamera non è riuscita a individuare una persona che camminava su un sentiero perché non c’era abbastanza per differenziare l’oggetto in movimento dallo sfondo. Un posizionamento più elevato risolve il problema creando più contrasto tra il primo piano e lo sfondo.

La telecamera Arlo offre un ampio campo visivo di 110 gradi e funziona con qualità HD (1280 x 720 pixel), il che significa che ha un ampio angolo di campo, anche se Arlo Pro e Arlo Q lo estendono a 130 gradi. Tutte le telecamere rileveranno il movimento, ma Pro e Q offrono anche il rilevamento del suono, oltre a una funzione di talkback.

Quando si tratta di configurare le telecamere, l’app Arlo ( iOS , Android ) si prenderà cura  e ti guiderà passo passo attraverso il processo. Una volta collegato l’hub alle telecamere tramite l’installazione, è possibile aggiungere facilmente nuove telecamere al sistema tramite. Abbiamo utilizzato due videocamere Arlo e una Arlo Q e tutto si integra nella stessa app.

L’app offre accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in modo da poter visualizzare un flusso live da qualsiasi telecamera, ascoltare l’audio (ove applicabile), nonché controllare le modalità di monitoraggio e visualizzare le clip salvate sul cloud.

Le telecamere Netgear Arlo offrono una qualità video sufficientemente buona e un’illuminazione IR eccellente per la visione notturna.

Nella nostra esperienza la qualità del video ha funzionato meglio al chiuso, dove i livelli di luce sono più prevedibili.

All’interno dell’app, c’è anche la possibilità di “zoomare” anche se questo ritaglia alcuni frame e diminuisce la risoluzione di conseguenza. Ciò significherebbe che potresti restringere il campo visivo, ad esempio, forse per escludere la strada e coprire solo il percorso verso la tua porta di casa.

Il movimento viene rilevato rapidamente, inviando un avviso all’app e registrando frammenti di video di 10 secondi fino a un massimo di 200 secondi ogni volta che viene rilevato un movimento (se è l’azione che hai selezionato). Puoi anche optare per gli avvisi e-mail che invieranno un’immagine allegata in modo da poter esaminare rapidamente ciò che accade e decidere se è necessario aprire l’app e visualizzare l’attività.

Ci sono un paio di piani di monitoraggio diversi, ma il piano base gratuito ti dà 7 giorni di spazio nel cloud per queste registrazioni, il che significa che hai tempo per guardare quello che è successo. È molto meglio della concorrenza che offre esclusivamente  piani di abbonamento a pagamento.

È possibile scaricare, condividere le registrazioni preferite. Dall’interno dell’app puoi anche scattare foto, quindi se succede qualcosa, puoi scattare e salvare un’immagine  oltre ad avere il video registrato nel cloud.

Tutto ciò significa che chiunque dovesse essere catturato, anche se poi rimuovono le telecamere,  tutte le registrazioni vengono trasmesse via IR al cloud.

Il sistema consente diverse modalità: attiva, disattiva, programmata, geofencing e personalizzate.

C’è l’opzione per la registrazione video costante, ma questo fa parte di un piano di abbonamento, con un’opzione cloud di 30 giorni al costo di 89 € l’anno o un’opzione cloud di 60 giorni che ti costa 139 € l’anno. Questi piani di Arlo ti permettono di registrare tutto, in modo da poter riprodurre qualsiasi cosa possa accadere, piuttosto che affidarti a un sistema di avvisi come fai con il piano di base.

La Modalità Geofencing tenta di rilevare quando il telefono lascia la casa in modo che possa accendere il sistema automaticamente, anche se abbiamo scoperto che il raggio del GPS pur essendo impostato al minimo è troppo ampio. Dovrebbe esserci un opzione che permetta di settore il raggio d’azione.

L’app è in continuo aggiornamento e gli sviluppatori rilasciano costanti aggiornamenti e migliorie, nell’arco del tempo l’applicazione Arlo è migliorata tantissimo, ma ha ancora qualche piccolo difetto uno di questi è il tempo di connessione live alle telecamere.

Arlo
Arlo
Developer: NETGEAR, Inc
Price: Free

CONCLUSIONI FINALI

L’attrattiva di Netgear Arlo risiede in gran parte nella sua versatilità: la gamma di telecamere disponibili consente di stabilire un sistema adatto alle proprie esigenze.

Sia all’interno che all’esterno o entrambi, è interessante avere un sistema wireless e impermeabile, in quanto rende l’installazione davvero semplice, senza dover pensare ai fori attraverso i muri.