RECENSIONE: Wofalo, non un semplice powerbank

0
776

Ognuno di noi ha, almeno una volta, avuto modo di provare un powerbank. Quello che andremo a recensire oggi però non è un powerbank tradizionale, ma molto più smart!

Confezione

Il contenuto della confezione è esattamente ciò che ci si aspetta da una powerbank:

  • Wofalo PowerBank da 10000mAh
  • Cavo di ricarica USB – MicroUSB
  • Adattatore MicroUSB – Lightning
  • Manuale utente e Guida all’uso

Nel mio caso sono stato abbastanza fortunato, all’interno ho infatti trovato ben 2 adattatori da MicroUSB a Lightning.

Prodotto

Rispetto ai tradizionali powerbank, questo dispone anche di un modulo di ricarica wireless QI, il che ci permette di ricaricare ben 3 dispositivi contemporaneamente.

Nonostante la casa dichiari la compatibilità solo con pochi modelli di smartphone, sulla confezione di vendita viene specificata chiaramente la compatibilità con tutti i dispositivi QI, come per esempio:

  • Samsung: Galaxy Note5 e successivi / Galaxy S6 e successivi, …
  • Apple: iPhone X / 8 / 8 Plus, …
  • Google: Nexus 6, …
  • E molti altri

La costruzione è ottima e i materiali ancora di più. Il case è interamente in alluminio, con un fine bordo in plastica in corrispondenza degli ingressi e uscite. D’altro canto l’utilizzo dell’alluminio comporta un peso non trascurabile per essere una batteria da 10000mAh (299g), però se le finiture sono per voi importanti, beh non ve ne pentirete.

Dicevamo, il dispositivo ha dimensioni di larghezza e lunghezza praticamente uguali a quelle di un Samsung Galaxy S9+, ovvero 15.8 x 7.4 cm, ma nonostante ciò è molto sottile: soltanto 1.4 cm.

Sul lato destro troviamo l’ingresso per la ricarica (MAX 5V – 2A) e 5 LED: il primo ha una luce blu e segnala l’attivazione della ricarica wireless, gli altri 4 segnalano lo stato della batteria integrata (ciascuno equivale al 25%).

Sul lato sinistro troviamo unicamente il tasto per l’accensione della base ad induzione: per ricaricare un dispositivo via cavo la powerbank riconoscerà il collegamento ed inizierà subito la ricarica, mentre per la ricarica wireless è necessario premere il tasto in questione così da non dover mantenere sempre la base attiva.

Sul lato superiore si nascondono, sotto un connettore MicroUSB integrato, una porta USB standard ed uno slot in cui riporre l’adattatore MicroUSB – Lightning per ogni evenienza.

Ricarica

Come detto, è possibile ricaricare fino a 3 dispositivi contemporaneamente grazie alle 3 uscite di cui la powerbank è dotata:

  • Cavo integrato: MAX 5V – 1A
  • Porta USB: MAX 5V – 2A
  • Wireless: MAX 5V – 1.5A

In base all’uscita utilizzata ed al vostro dispositivo, i tempi di ricarica variano, anche se non di molto. I test sono stati condotti su un iPhone X, così da non sfruttare in alcun modo tecnologie di risparmio energetico.

Tempi di ricarica durante i nostri test:

  • Cavo integrato: 3 ore e 10 minuti
  • Porta USB: 2 ore e 40 minuti
  • Wireless: 3 ore e 40 minuti

Mentre con il caricatore da muro standard il tempo di ricarica è di 3 ore e 10 minuti.

In ognuno dei test condotti, la powerbank non si è mai surriscaldata, complice l’ottima qualità costruttiva e i materiali che dissipano in modo perfetto.

Se usate una cover per il vostro smartphone, la ricarica wireless funzionerà ugualmente, a patto che non sia di metallo o troppo spessa.

Dopo varie prove possiamo confermare che quanto scritto nella confezione corrisponde, ovvero “100% Real Capacity“. In base al vostro dispositivo i cicli di ricarica possono variare, ma dai nostri test la powerbank riesce a garantire circa 3 ricariche e mezzo se utilizzata tramite cavo (1 LED spento per ricarica), e 2 se usata in wireless (2 LED spenti per ricarica). Se siete insospettiti dal fatto che la base ad induzione garantisca la metà delle ricariche, beh non preoccupatevi: non essendoci un cavo fisico, molta energia viene dispersa e ciò porta a ricaricare il vostro dispositivo meno volte.

Nel caso vogliate fare una “combo”, sappiate che è possibile ricaricare il nostro dispositivo anche mentre la powerbank è in carica: in questo modo diventa una sorta di base di ricarica wireless.

Difetti

  • L’adattatore riposto nello slot apposito non è per nulla facile da estrarre senza un cavo MicroUSB come aiuto. Il cavo integrato non può essere d’aiuto in quanto troppo corto (circa 5 cm)
  • Durante l’utilizzo della powerbank, sia esso via cavo o wireless, i LED sono sempre accesi
  • Nel caso abbiate un dispositivo con Porta Type-C dovrete munirvi di un adattatore, in quanto non viene fornito in confezione
  • Mentre si utilizza la porta USB standard, il cavo integrato potrebbe subire urti, non potendo essere inserito nel suo alloggiamento

Conclusioni

10000mAh potrebbero non sembrare molti, ma vi ricrederete: più di 3 ricariche non sono per nulla male per un dispositivo così sottile che, al tempo stesso, vi offre la possibilità di ricaricare wireless il vostro smartphone.

Il suo prezzo di vendita è di €35.99 ma si trova in offerta a EUR 26,99, che non è affatto un cattivo prezzo per una powerbank con così tante potenzialità e con una qualità costruttiva così elevata.