RECENSIONE: Woof Glow, lo smart wallet economico che si ricorda di noi

0
683

Continua la serie dei portafogli smart! Oggi proviamo per voi un portafogli decisamente diverso dal precedente, che punta davvero molto sulla qualità e sul design!

L’Azienda

Woolet è stata creata nel 2014 su iniziativa di tre startupper polacchi esperti: Marek Cieśla, Bart Zimny e Teodor Kosch. Ha sede a Cracovia ed a New York, e ha come obiettivo quello di creare prodotti eleganti e funzionali, senza dimenticare le proprie radici.

Woolet è fiera di affermare che non sarebbe mai arrivata così lontano se non fosse stato per le persone che si sono fidate di loro e hanno creduto nella loro idea di un portafoglio sicuro. L’azienda è nata durante una campagna condotta su Kickstarter nel 2015 dove è stata sostenuta da ben 2627 persone, per un totale di $332.694.

“Non vi dimenticheremo mai! Ringraziamo voi e i nostri attuali clienti per essere con noi. Sei tu che ci permetti di perseguire la nostra idea, ed è per questo che Woolet progetterà sempre nuovi prodotti secondo le tue specifiche e per la tua massima convenienza.
Crediamo che i gadget debbano, soprattutto, facilitare la nostra vita. Ha un’importanza particolare nel mondo frenetico di oggi, dove anche gli oggetti comuni diventano sempre più complessi, e la loro qualità è discutibile.

Crediamo nella convenienza e nel minimalismo. Produciamo accessori facili da usare e, allo stesso tempo, tecnicamente avanzati, il cui stile e la cui qualità sono sorprendenti – gli accessori che vorremmo utilizzare noi stessi.”

Confezione

All’arrivo il pacco includerà, oltre alla confezione del nostro portafogli, anche un sacchettino riportante il logo dell’azienda.

Tolto un cartoncino di protezione, potremmo aprire il cofanetto con al suo interno:

  • Woof Glow Smart Wallet
  • Fodera di protezione
  • Cavo di ricarica MicroUSB
  • Guida alla prima configurazione e descrizione delle caratteristiche principali
  • Biglietti di benvenuto, ringraziamenti e uno sconto sul prossimo acquisto

Non c’è che dire, confezione davvero ben studiata per occupare meno spazio possibile ma prestando un’attenta cura nei dettagli: basti notare come il logo W di “Woolet” sia presente in praticamente ogni componente presente.

Il cavo di ricarica è anch’esso in stile con il portafogli. É infatti rivestito da un tessuto in pelle che lo rende piacevole alla vista e al tatto, con cucitura a vista ed a contrasto.

Nel nostro caso, vi proponiamo in prova il “Woof Glow” annunciato non molto tempo fa: il modello con caratteristiche tecnologiche più economico della gamma.

Prodotto

Una volta estratto dalla confezione ci si rende conto di quanto sia leggero, e di quanto sia bello e appagante da tenere in mano.
Non sono presenti materiali che stonano nell’insieme. Tutto dona una sensazione di premium al prodotto, soprattutto il profumo e l’aspetto della pelle di vitello di cui è fatto.

Come dimensioni è in linea con un portafogli standard (92 mm x 112 mm), si differenzia però per lo spessore di soli 17 mm ed un peso minimo.

Ha 4 scompartimenti per tessere frontali e per ogni coppia ve ne è uno nascosto al di sotto, vano porta banconote e un altro vano nel posteriore per riporre dei documenti più ingombranti.

Perlando di colorazioni, attualmente è diponibile in 3 varianti molto classiche:

  • Nero
  • Cognac
  • Blue Navy

Le caratteristiche che questo portafogli intelligente ha da offrire sono molte, le principali sono:

  • Portatessere per massimo 8 carte
  • Connessione tramite Bluetooth a basso consumo
  • Copertura di 30 metri circa in luogo aperto tramite Bluetooth
  • Possibilità di vedere su mappa la sua ultima posizione
  • Impostare la posizione sulla mappa della nostra auto
  • Notifiche attive quando ci allontaniamo da lui
  • Poterlo far suonare ed far illuminare un LED nel caso non lo trovassimo
  • Utilizzarlo come comando remoto per scattare foto / video
  • Abilitare la funzione di registrazione vocale
  • Batteria ricaricabile tramite porta MicroUSB

Al centro è presente un “lembo” dove poter inserire una penna appositamente studiata (parleremo più avanti degli accessori ufficiali), ma se non la userete vi tornerà utile per tener chiuso il portatessere a sinistra, facendolo quindi diventare un portamonete. L’ho testato personalmente dopo essermi accorto di questa possibilità e devo dire che funziona, anche se per poche monete (ad esempio 5 monete da €1).

APPUNTO: Sia lo scomparto nascosto sinistro che quello destro fungono da portamonete, semplicemente il lembo da un grado di sicurezza maggiore.

La batteria come avevamo detto dura da 1 settimana a 1 mese in base a quanto lo utilizzerete. In qualsiasi caso non avrete alcun tipo di problema dato che la batteria integrata è ricaricabile tramite il cavo MicroUSB fornito in dotazione. La porta per la ricarica è posta in un angolo del vano dove andremo a riporre le nostre banconote, in una posizione che non da per nulla fastidio indipendentemente dal numero di banconote che avrete al suo interno.

Applicazione

Per gestire le impostazioni del nostro Woof Flow e ricevere le notifiche nel caso lo avessimo dimenticato da qualche parte, sarà sufficiente seguire pochissimi passaggi. L’app ci guiderà in ogni momento della veloce configurazione in modo chiaro e comprensibile.

Nel dettaglio dobbiamo:

  1. Scaricare l’app “Woolet Woof” dallo store del nostro dispositivo
  2. Abilitare il bluetooth del nostro smartphone
  3. Attiviamo il bluetooth anche dal portafogli tenendo premuto per un paio di secondi il “pulsante” presente sul fronte, proprio accanto al logo “W”
  4. Aprire l’app e, se abbiamo già a disposizione il nostro wallet, fare uno swype verso sinistra per iniziare l’abbinamento
  5. Ora inizierà la ricerca automatica dei dispositivi presenti all’interno del raggio d’azione
  6. Nient’altro! Tutto sarà già pronto per essere utilizzato. Semplice no?

APPUNTO: Ricordatevi di consentire l’accesso ai dati della posizione altrimenti l’app non potrà mostrarvi la posizione in tempo reale nella mappa!

Appena avviata l’app vi consiglio di recarvi nel tab del manuale utente se ancora non lo avete letto. É breve, ma vi da alcune indicazioni molto importanti!

  • Prima di iniziare ad utilizzarlo mettetelo in carica, così da assicurarvi che la batteria sia completamente carica (serviranno circa 2 ore)
  • La porta MicroUSB per la ricarica è posta nello scompartimento dedicato alle banconote, sul lato sinistro
  • Il colore del LED frontale posto a fianco del logo Woolet indicato lo stato della carica: Blu significa che il nostro portafogli è completamente carico, giallo significa che si sta scaricando, mentre rosso indica che la batteria ha bisogno di essere ricaricata.

Bene, configurato il tutto possiamo finalmente scoprire le funzionalità che quest’app ci offre quando il dispositivo sarà connesso al nostro bluetooth.

Nella schermata principale sarà presente un unico tasto che ci permetterà di far suonare il portafogli nel caso non ci ricordassimo dove lo avevamo messo.

La sezione “Camera” invece ci offre sostanzialmente la possibilità di scattare foto / video da remoto tramite la pressione del logo “W” sul Woof Flow, proprio come avessimo un selfie stick. Sempre quì saremo in grado di attivare / disattivare il flash, cambiare camera, aprire la galleria, e infine decidere se scattare una foto singola o una raffica (con annesso intervallo di tempo tra i vari scatti).

Nel tab centrale “Locations” possiamo vedere in tempo reale la posizione del nostro portafogli mentre è all’interno del raggio d’azione, ma non solo. In basso noterete la presenza di due tasti:

  • “Lost History”: Una sezione contenente la posizione di dove si trovava il portafogli nel momento in cui si è disconnesso dal nostro smartphone
  • “Car Finder”: Una sezione contenente la posizione di dove si trova la nostra auto o qualsiasi altra cosa di nostro interesse. Per salvare una posizone quì dobbiamo semplicemente premere una sola volta il logo “W” ed automaticamente vedrete comparire una nuova posizione salvata.

Infine il tab delle impostazioni, in cui potremo:

  • Abilitare la modalità “Non Disturbare” o regolarla in base ad un orario pianificato
  • Impostare una password per accedere all’app
  • Selezionare un altro servizio di mappe per la sezione “Locations” (Google, Baidu, Gaode)
  • Il comportamento del Glow in caso venga premuto due volte il logo (Modalità Allarme o Modalità Registrazione Vocale)
  • Visualizzare tutte le registrazioni audio salvate, nel caso la avessimo abilitata nella sezione precedente

Le funzioni non sono molte, ma tutto è stato studiato per essere semplice e minimale nell’utilizzo. Nel caso non vi piaccia la grafica non temete, gli sviluppatori sono già al lavoro ma al momento sono molto concentrati su un progetto top secret. Seguite la loro pagina ufficiale per essere aggiornati su futuri sviluppi.

Sono presenti anche delle notifiche utili per segnalare avvenimenti come la chiusura dell’app (che terminerà quindi di funzionare, avviando il segnale sonoro del portafogli), oppure per informarci che ci stiamo allontanando dal portafogli o dal telefono: Woolet Woof inizierà ad emettere una serie di “beep” mentre il nostro smartphone abbaierà (“Woof Woof”, da cui il nome e l’icona dell’app).

Accessori Ufficiali

L’azienda ha fatto un grande studio per produrre questo prodotto, tenendo conto di ogni dettaglio come anche la possibilità di farci stare degli accessori appositi.
Tra questi sono degni di nota la penna precedentemente citata inseribile in un apposito lembo in pelle, un attrezzo multiuso dalle dimensioni di una normale tessera, oppure ancora un blocchetto di carta su cui prendere appunti o una schermatura RFID per singole tessere.

Altri dispositivi più indipendenti disponibili nel sito sono invece una base di ricarica wireless, cover per iPhone ed altro ancora.

Per l’elenco completo degli accessori compatibili, vi rimandiamo allo store ufficiale.

Consigliato a Chi?

Personalmente l’ho testato un po’ prima di recensirlo, e mi sento di consigliarlo prevalentemente a:

  • Chi non ha esigenza di avere molte monete con se, tenendo conto che una manciata comunque ci stanno grazie al trucchetto di cui vi ho parlato
  • Chi non vede il portafogli solo come oggetto di utilizzo giornaliero, ma anche come oggetto di design
  • Chiunque capiti spesso di dimenticarsi il proprio. Grazie alla connessione bluetooth sarà lo stesso Woof Flow a ricordarsi di noi, e non più noi di lui
  • Agli amanti dei gadget, che apprezzano la qualità e le soluzioni che rendono la vita più facile.

Pregi

  • La qualità della pelle è sorprendente, nonostante sia il più economico della gamma munita di tecnologia integrata
  • L’app è molto efficiente in quello che fa, anche se le funzioni sono poche per garantirne un utilizzo estremamente facile
  • La possibilità di scattare selfie o registrare video tramite la semplice pressione di un tasto da remoto

Difetti

  • Il cavo di ricarica è forse troppo corto
  • Il pulsante posto superiormente al portafogli consente di spegnerlo ed accenderlo, per questo può capitare di spegnerlo accidentamente nel caso ci sedessimo sopra. Non preoccupatevi però, verreste avvisati subito tramite segnale sonoro

Conclusioni

Dopo vari giorni di prova senza prestare particolare attenzione, non ho riscontrato danni di alcun tipo: la connessione al mio smartphone è sempre stata istantanea, e la pelle non ha subito graffi particolati.

L’ottima pelle ha dei colori classici che non danno fastidio e, se in pandant con il proprio dispositivo, appagano molto la vista.

Ricordate però che questo dispositivo non aiuta minimamente contro i furti: avvertiremo certamente un segnale sonoro, ma non avendo un GPS integrato non avremo la posizione aggiornata dall’applicazione. Si tratta infatti del modello più economico della gamma Woolet, utile a chi tende a dimenticare spesso le proprie cose: con questo portafogli potremo stare tranquilli dato che sarà lui stesso a ricordarsi di noi!

Il suo prezzo di vendita è di circa €88 che potrebbe sembrare molto (e lo pensavo anche io), ma ho dovuto subito ricredermi appena potuto provare con mano. La qualità dei materiali assieme alle varie funzioni che offre non vi farà assolutamente pentire del vostro acquisto.

Vi anticipiamo la possibilità di acquistare il modello in prova nella variante in finta pelle chiamata “Vegan” nelle stesse colorazioni e con le stesse funzionalità, senza ovviamente rinunciare alla qualitòìà delle materie allo stesso prezzo.

APPUNTO: I prezzi vengono calcolati in base al valore in tempo reale del cambio EURO – DOLLARO.

Per qualsiasi altra informazione, vi rimando al sito ufficiale da cui poter acquistarlo ed al canale ufficiale YouTube di Woolet in cui sono presenti video sin dalla nascita della campagna KickStarter.

Un particolare ringraziamento va a Woolet per il modello fornitoci in prova.

Varianti

Come dicevamo, questo è il modello più economico con tecnologia integrata disponibile. Sul sito potrete trovare vari altri modelli: da quelli senza tecnologia integrata che garantiscono la stessa qualità di materiali, a quelli con svariate funzionalità aggiuntive, ad ancora le varianti con finta pelle.

Woof RFID

Un modello privo di particolari tecnologie, che però garantisce un maggiore spazio per le tessere ed una protezione RFID al solo prezzo di circa €47.

Classic 2.0

L’attuale modello top di gamma dalla forma del classico portafogli. Offre rilevazione di movimenti, pura pelle di qualità italiana, ricerca tramite community (Crowd-GPS) in caso di furto / perdita, ricarica wireless e molto altro al prezzo davvero allettante di circa €104.

Travel 2.0

Il modello top di gamma ma rivisto in ambito professionale per contenere più tessere o documenti. Anch’esso offre rilevazione di movimenti, pura pelle di qualità italiana, ricerca tramite community (Crowd-GPS) in caso di furto / perdita, ricarica wireless e molto altro al prezzo di circa €121.

Vegan

Per le varianti in finta pelle invece, sono identificate tramite l’acronimo “Vegan” e sono attualmente disponibili come variante della versione Glow e Classic.