Recensione SensorPush: un sensore di monitoraggio ambientale

Un sensore che vi permette di controllare in tempo reale la temperatura e umidità di casa vostra, anche da remoto. Se state cercando un sensore per il monitoraggio ambientale, rimarrete stupiti di questo prodotto!

0
136

Un sensore che vi permette di controllare in tempo reale la temperatura e umidità di casa vostra, anche da remoto. Se state cercando un sensore per il monitoraggio ambientale, rimarrete stupiti di questo prodotto!

Che tu voglia tenere d’occhio un seminterrato ammuffito, una collezione di oggetti delicati o la stanza di tuo figlio, la linea di prodotti per il monitoraggio ambientale di SensorPush è una soluzione semplice, efficace e super precisa per aiutarti a monitorare in modalità wireless la temperatura e l’umidità.

L’elevata umidità nelle aree di casa con scarsa ventilazione può portare alla muffa, mentre la bassa umidità può causare crepe nell’intonaco e nel legno, oltre che contribuire a rendere il nostro corpo più suscettibile alle malattie, per esempio. Se poi avete bambini, loro hanno un fisico molto più delicato rispetto ad un adulto e vivere in un ambiente troppo o troppo poco umido potrebbe nuocere alla sua salute.

Ci sono centinaia di tali prodotti sul mercato, ma la maggior parte di essi peccato in alcuni ambiti: sono imprecisi, non sono wireless, non si possono controllare da remoto, oppure ancora hanno un sisteam proprietario limitato. Il prodotto di cui vi parleremo oggi è SensorPush, il quale colma tutte le lacune appena citate.

Confezione

In prova per voi abbiamo un sensore, correlato da relativo manuale di utilizzo, e il suo gateway per l’accesso remoto con relativo alimentatore e ulteriore manuale d’uso (parleremo tra poco della differenza).

Tutto sommato però la confezione è molto elegante e vistosa, segno che il reparto marketing ha fatto il suo sporco lavoro per attirare questo prodotto sin dal primo impatto visivo.

NOTA: Specifiche tecniche e informazioni utili sono indicate nella confezione, oltre che nel piccolo manuale. Se aveste bisogno di assistenza aggiuntiva vi segnaliamo che nel sito ufficiale sono presenti davvero molte informazioni nelle FAQ, tra cui dei video tutorial su come abbinare i dispositivi all’app.

Prodotto

I singoli sensori, chiamati semplicemente “HT1” (umidità e temperatura versione 1), trasmettono via Bluetooth, il che significa che dovrete essere nel raggio d’azione di questa tipologia di trasmissione dati, ovvero circa 100 metri.

La buona notizia è che l’azienda propone un prodotto capace di rendere i vari sensori raggiungibili anche dall’esterno: il loro gateway Wi-Fi. Così facendo non avrete ci sarà più l’inconveniente di essere nel raggio d’azione del bluetooth perché riuscirete a scaricare i nuovi dati ovunque voi siate.

Ogni sensore è tarato per una precisione di temperatura compresa tra ±0.3°C e ±3% di umidità, praticamente non sbagliano nel loro range ottimale tra -40°C e 60°C. Utilizzano una piccola batteria CR2477 (che dovrebbe durare un anno circa) e ha un ingombro di 40mm x 40mm x 16.5mm con un peso di 40g. Nel caso sforaste il range ottimale, la precisione della temperatura passa a ±0.7°C.

La compatibilità è assicurata con qualsiasi smartphone o tablet che supporta la connettività Bluetooth 4.0 o superiore, ovvero qualsiasi dispositivo presente attualmente sul mercato. L’utilizzo tramite Blutooth prevede che i dati vengano scaricati ogni minuto sul nostro dispositivo ogni qualvolta ci troveremo nel raggio d’azione di circa 100 metri, in caso contrario i singoli sensori hanno sufficiente spazio a bordo per il salvataggio di 20 giorni di misurazioni.

Se però volessimo poter accedere ai dati in tempo reale anche da fuori portata, potremo servirci come detto del Wi-Fi Gateway, chiamato G1. Questo componente aggiuntivo è apparentemente un piccolo router che, se posizionato all’interno della portata dei sensori, li unifica sotto il suo controllo e li condivide con noi via internet. Ovviamente tutto ciò andrà a sfruttare il cloud visto che i dati verranno associati al nostro account personale, ma non c’è alcun costo di servizio aggiuntivo o abbonamento da sottoscrivere, tutto è incluso nel costo di acquisto. Il gateway oltre alla ormai classica connessione wireless al nostro router di casa, dispone anche di una porta ethernet con cui poterlo collegare via cavo se foste più comodi in questa modalità.

Abbinamento & Applicazione

Il sensore è bluetooth come già detto, ma per abbinarlo non servirà andare nelle impostazioni e selezionarlo, bensì sarà sufficiente un “giochino” simpatico: in fase di abbinamento l’app ci richiederà di appoggiarlo sul nostro device e seguire l’icona corrispondente che si sposterà a schermo.

Dopo aver installato l’applicazione (link quì sotto) e aver attivato il bluetooth, basterà selezionare “Aggiungi” e, se selezionato il sensore dovrete seguire l’animazione a schermo, se invece selezionate il gateway vi basterà tenerlo vicino a voi. Ad abbinamento fatta potrete assegnare un nome al dispositivo per poterlo riconoscere con più facilità e… fine, tutto pronto all’uso!

SensorPush
SensorPush
Developer: SensorPush
Price: Free

Il funzionamento è molto basilare, attraverso l’app riusciamo a monitorare in tempo reale la temperatura e la percentuale di umidità dell’ambiente in cui è posizionato. Non va né accesso né spento perché sarà sempre attivo per raccogliere dati, in modo da poter poi tracciare un grafico rappresentante l’ambiente in cui lo avremo posizionato.

NOTA: Il prodotto arriverà gia accesso, quindi non servirà aprirlo in alcun modo, sarà sufficiente iniziare la procedura di abbinamento in tutta semplicità.

L’app è fatta veramente bene dal punto di vista delle funzionalità, peccato per la grafica non modernissima anche se semplice ed intuitiva. Dall’app potremmo visualizzare la temperatura e l’umidità su varie scale temporali:

  • in tempo reale
  • nell’arco della giornata
  • durante la settimana
  • nell’arco di un mese
  • nell’arco di un anno

NOTA: Toccando un punto in particolare sul grafico potrete avere le informazioni di quel preciso momento, peccato però che non potrete trascinare il dito in un momento preciso, dovrete andare a colpo sicuro.

L’accoppiamento tra app e dispositivo è veloce e intuitiva e alla prima configurazione ci viene chiesto di rinominare il sensore in modo tale da poter capire in ogni ambiente quale sia la temperatura (Salotto, Cucina, Garage, ecc.). Inoltre tramite app si può impostare un sistema di alerting con cui farci arrivare un notifica in caso la temperatura o l’umidità superassero una certa soglia (in positivo o negativo) da noi indicata. Infine vi è la possibilità di esportare tutti i dati raccolti in un file .csv da poter condividere.
Per chi non avesse ben presente il formato, il CSV (“comma-separated values”) è un formato di file basato su file di testo utilizzato per l’importazione ed esportazione (ad esempio da fogli elettronici o database) di una tabella di dati.

NOTA: Le statistiche in esportazione possono essere personalizzate per frequenza dei dati (1min, 15min, 30min, 60min, 12ore, 24ore), data del primo rilevamento di interesse e data di ultimo rilevamento.

Consigliato a Chi?

Come detto fin dall’inizio, questa tipologia di dispositivi è consigliata a chiunque debba rispettare delle condizioni climatiche costanti, così da sapere il prima possibile in caso tali condizioni non vengano rispettate. Inoltre, cosa forse più importante, è davvero utile per il benessere personale: sapere se il luogo in cui abitiamo (e dove magari è presente anche un bambino) ha delle condizioni climatiche non favorevoli al nostro corpo, ci permette di accorgercene prontamente e correggerle il prima possibile. Un’umidità troppo bassa infatti indebolisce il nostro corpo e ci rende più suscettibili alle malattie, cosa facilmente evitabile con questo sensore e, magari, un umidificatore in questo caso.

Pregi

  • Design ben curato e piacevole al tatto
  • Resistente e non teme le temperature più avverse
  • Con la connessione remota sapremo sempre lo stato ambientale in tempo reale
  • Applicazione intuiva e con molte funzionalità

Difetti

  • La grafica dell’app andrebbe svecchiata
  • Il LED frontale del gateway potrebbe dare fastidio di notte

Conclusioni

SensorPush ha dei prezzi non proprio accattivanti, stiamo parlando di EUR 68,49 per un singolo sensore e EUR 112,45 per il gateway, il tutto direttamente da Amazon Italia, mentre per ulteriori informazioni vi rimandiamo al loro sito ufficiale.

Quello che offre è al passo coi tempi e alla portata di tutti tanto è intuitiva l’applicazione. L’archiviazione locale garantisce fino a 20 giorni di salvataggio anche se deciderete di non acquistare il gateway quindi non fatevi problemi, anche questo è un valore aggiunto di SensorPush visto che pochi altri in commercio riescono in tale intento.

Tenete conto che al prezzo finale di sensore + gateway potrete trovare tantissime altre alternative, tra cui sensori con già integrato il modulo WiFi. Il vero vantaggio di questo sistema è che potrete estendere il sistema con sempre più sensori potendoli controllare tutti allo stesso gateway, ottenendo così un ecosistema unificato e semplice da gestire… ad un prezzo tanto più contenuto quanti più sensori vi saranno.

Un particolare ringraziamento va infine a SensorPush per il prodotto fornitoci in prova!