Stephen Hawking lancia una nuova ricerca, utilizzando anche Android, PC e Mac.

0
83

Hwaking

Stephen Hawking è un fisico, matematico, cosmologo e astrofisico britannico, fra i più importanti e conosciuti al mondo, noto sopratutto per i suoi studi sui buchi neri e l’origine dell’universo.

Da tempo ritiene che l’unica via di scampo, alla naturale estinzione dell’uomo e della terra, sia l’esplorazione dello spazio, la ricerca di nuove tecnologie e la conoscenza di nuove forme di vita nell’universo.

Dunque, è con immenso piacere, che lunedì scorso ha annunciato l’accordo per un nuovo progetto denominato: The BreakTrough Initiatives, che avrà lo scopo di riuscire ad entrare in contatto con forme di vita aliena senziente, nel nostro universo, entro i prossimi 10 anni.

Sviluppato in collaborazione con l’imprenditore russo Yuri Milner, il progetto prevede un investimento di circa 100 miliardi di dollari.

Il progetto è anche diviso in due parti: la BreakTrough Listen e la BreakTrough Message.

radio-telescopio-parkes

Con la BreakTrough Listen, verranno impiegati due radiotelescopi, uno nel New South Wales (Parkes), ed uno nel West Virginia (Robert C. Byrd Green Bank), al fine di raccogliere informazioni. Infatti entrambi sono in grado di captare emissioni laser da 100 watt, da una distanza di 40 miliardi di chilometri di distanza.

Una volta raccolti questi dati, verranno analizzati tramite la piattaforma di calcolo BOINC  (Berkeley Open Infrastructure for Network Computing), disponibile per Android, PC, Mac e Linux.

Su Android, l’app eseguirà l’analisi dei dati solo quando il telefono sarà connesso alla presa di corrente e sotto rete Wi-Fi, in maniera tale da evitare drastici consumi di energia e di rete internet.

break

Insieme a questi dati, verranno presi in considerazione anche i dati del progetto SETI@home, partito nel 1999 alla ricerca di segnali di vita aliena nell’universo.

L’altra parte del progetto, il BreakTrough Message, si occuperà di trovare un metodo per tentare di comunicare con le eventuali forme di vita aliena.

Qui il video di apertura, nella conferenza di presentazione: