Superbook: quando uno smartphone diventa un PC

0
56

Productive-Shot-3-800x420

In molti hanno sin’ora avevano tentato di trasformare uno smartphone in un computer finendo per collezionare però nient’altro che insuccessi. Non sembra essere questo il caso di Andromium Inc. che, grazie ai finanziamenti ricevuti attraverso Kickstarter, ha sviluppato il Superbook ed è in procinto di lanciarlo sul mercato alla modica cifra di $99.

Esso sarà unicamente composto da un touchpad, una tastiera QWERTY ed un display da 11,6 pollici e farà a meno di una memoria, una RAM e di un processore. A fare le veci di questi imprescindibili componenti sarà il nostro smartphone, purchè dotato della versione Android 5.0 Lollipop o successive, una volta connesso al Superbook tramite l’app Andromium OS  (al momento disponibile in versione beta sul Play Store).

Le performance del nascituro Superbook dipenderanno quindi dalla dotazione hardware del dispositivo Android ad esso collegato, eppure gli sviluppatori assicurano una soddisfacente esperienza anche a coloro che non dispongono di un terminale di ultima generazione. Gli utilizzi del dispositivo saranno ad ogni modo molteplici, infatti, l’opportunità di usufruire di una tastiera fisica rende più comoda la scrittura e quella di visualizzare su uno schermo più grande le app ed i giochi del nostro smartphone piuttosto che le serie tv di Netflix e i video di Youtube li rendi più godibili.

L’esperienza d’uso del Superbook rimane nettamente distante da quella fruibile attraverso un comune laptop, ma l’intenzione degli sviluppatori di casa Andromium Inc. non sembra essere quella di voler sostituire del tutto i nostri amati portatili ma piuttosto offrire una valida, versatile e comoda alternativa ai convertibili 2 in 1 spesso troppo lenti, scomodi e costosi.